Un Consiglio on the road

MACERATA - Stefania Monteverde e Claudio Carbonari nell'ultima seduta dell'assise (che si è svolta da remoto) alle 20 si sono collegati dalle loro auto (l'esponente della Lega era anche alla guida). Tante le singolarità dei consigli online. Il Comune intanto cerca di ottenere le multe non pagate dagli automobilisti nel primo trimestre 2018: 400mila euro
- caricamento letture

 

carbonari-consiglio-guida

Il capogruppo della Lega Claudio Carbonari in collegamento dall’auto durante il Consiglio

 

di Luca Patrassi

Il consiglio comunale da remoto sicuramente ha degli effetti positivi: riduce l’effetto rissa e svela la privacy dei consiglieri. Riduce l’effetto rissa perché da remoto è più complicato urlare il proprio dissenso e farsi sentire e la distanza svela qualche dettaglio personale dei consiglieri per via del fatto che i politici di casa nostra si collegano da casa e la telecamera inquadra, oltre all’interessato anche qualche dettaglio circostante. Si rischia anche di prendere delle cantonate.

laviano-foto-parcaroli

L’assessore Laura Laviano durante il collegamento in Consiglio con alle spalle la foto del sindaco Sandro Parcaroli

Ieri l’assessore Laura Laviano è intervenuta sulla questione dei parcheggi rosa proposti dalla consigliera Lorella Benedetti: alle sue spalle c’era una mensola con degli oggetti e l’occhio della telecamera è andato su una foto incorniciata, sullo sfondo di Venezia e del red carpet della Biennale del Cinema c’erano il sindaco Sandro Parcaroli e la moglie. Vanno bene il gioco di squadra e il culto del capitano, ma la foto dei coniugi Parcaroli alle spalle della Laviano ha suscitato un moto interrogativo. Poi l’interrogativo si è chiarito: la Laviano si era collegata dallo studio del sindaco. Tutto a posto, nessun culto dell’immagine. A proposito di foto istituzionali anche il capogruppo di Fi Pierfrancesco Castiglioni non scherza: lui si è collegato dalla sala del Consiglio. Ad un certo punto ha detto che voleva accendere la luce perché gli sembrava di essere in penombra, ha acceso un qualcosa, ma la luce era sempre quella: in più ce l’aveva con i colpi di ariete dati dall’ex sindaco Carancini alla ex maggioranza di centrosinistra, ma anche Castiglioni sembrava voler entrare di testa nel video, ondeggiando pericolosamente. Poi ci sono quelli che fanno vedere i particolari e la scena attorno, lo studio legale con i libri, la sala con il quadro alle spalle, quella con i libri. Indecifrabile Alberto Cicarè: o guardi lui, o guardi lui perché attorno era tutto bianco e l’esponente di Strada Comune si è anche presentato in camicia bianca alla coreana, da chiedere se del Nord o del Sud. In presenza o da remoto non cambia la logica di alcuni consiglieri: bisogna parlare a lungo, altrimenti sembra di non aver adempiuto a un obbligo, quello di sfinire l’avversario ed anche, purtroppo, l’ascoltatore.

Il tutto fino a una certa ora, fino alle venti e non per colpa del coprifuoco, ora fissato a mezzanotte, ma perché le giornate hanno delle consuetudini e a una certa ora si bada al(l’uovo) sodo. Alle venti circa Stefania Monteverde e Claudio Carbonari si sono collegati dalle rispettive auto ma in posizioni ribaltate e sempre distanti: Monteverde a destra nel sedile anteriore dedicato al trasportato e Carbonari a sinistra alla guida del mezzo. In questo caso, si era alle dichiarazioni di voto, poche parole e chiare. Buona serata e fine delle comunicazioni.

Dalla strada al codice della strada ci si arriva grazie all’albo pretorio che propone la pubblicazione dell’atto che dà il via libera alla fase di riscossione da parte della Agenzia delle Entrate delle multe non pagate al Comune di Macerata nel primo trimestre 2018: quasi 400mila euro, all’incirca non è stato pagato il 30% delle multe comminate. Calcolando una media di trenta euro a multa qualcosa come 13.333 multe non pagate in un semestre, 74 al giorno. Da verificare in che percentuale il Comune riesca a recuperare le somme non versate ma a giudicare dalle cifre indicate dall’assessore al bilancio nel bilancio consuntivo 2020, il problema della riscossione dei crediti che diventano inesigibili è sempre più rilevante.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X