«Intitolata una via a Micheletti,
la prossima volta
perché non a Che Guevara?»

MACERATA - Alberto Cicarè critica Fratelli d'Italia: «Si tratta di un medico eroico ma senza nessun legame con la città. Utilizzano le foibe, i personaggi e gli episodi legati all’Istria per scavare buche nel terreno della memoria condivisa»
- caricamento letture
Cicare_FF-6-325x217

Alberto Cicarè

 

«Ieri il Consiglio ha approvato una proposta per intitolare una via o una piazza di Macerata a Geppino Micheletti. Non lo conoscete? Neanche io, prima di cercare su google». Inizia così la riflessione di Albertò Cicarè, consigliere comunale di Strada comune-Potere al popolo sul modus operandi di Fratelli d’Italia (promotrice dell’iniziativa) in Consiglio e fuori. «Da quanto si legge è stata una persona degnissima, un medico eroico in un tragico episodio della sua vita. Ma quanto a rapporti con Macerata, o con le Marche, nessuno. Perché allora Fratelli d’Italia viene a ripresentare questa proposta, già bocciata l’anno scorso? La risposta che mi sono dato e che ho dato durante la discussione è che questo è l’ennesimo espediente usato dalla destra nostrana per intorbidare le acque, per alimentare un revisionismo strisciante e subdolo. In discussione ho sentito dire, a giustificarsi: “non toglieremo via Gramsci”. E ci mancherebbe. Però utilizzano le foibe, i personaggi e gli episodi legati all’Istria per scavare buche nel terreno della memoria condivisa. Ho chiesto di ripensarci, di riproporre l’intitolazione al personale sanitario che si è tanto sacrificato, a Macerata come nel mondo, nella crisi sanitaria. Questa via o questa piazza sarebbe stata veramente di tutti. Invece niente, hanno tirato dritto e ora se vedrete una via intitolata a Geppino Micheletti saprete il perché. Al termine del mio intervento però mi sono sfogato, dicendo che quando li sostituiremo al governo della città ci sarà una via intitolata a un altro medico eroe, famoso a Macerata come nel resto del mondo, Ernesto Che Guevara».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X