Sbaglia raccolta differenziata, multato:
il Tribunale dà ragione al Comune

SARNANO - Aveva messo nel sacchetto giallo anche rifiuti differenziabili, lasciandolo lontano dalla porta di casa. Il cittadino aveva vinto la causa al Giudice di pace, in appello sentenza ribaltata
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

raccolta-differenziata1-400x261

Lascia il sacchetto giallo lontano da casa, all’interno diversi tipi di rifiuti: multato un cittadino. Il Tribunale di Macerata ha riconosciuto la legittimità dell’ordinanza-ingiunzione emessa dal Comune di Sarnano a seguito di una violazione  in tema di conferimento dei rifiuti. La vicenda trae origine da una sanzione comminata dalla Polizia municipale nel giugno 2018 nei confronti di un cittadino che all’interno del sacchetto “giallo” dei rifiuti indifferenziati aveva conferito anche rifiuti differenziabili, peraltro lasciando il sacchetto non davanti all’uscio di casa (come previsto dalle modalità di raccolta “porta a porta”), ma vicino a dei bidoni stradali adibiti ad altri scopi. L’uomo aveva presentato ricorso al Giudice di pace, che era stato accolto. Il Comune quindi aveva deciso di presentare appello di fronte al Tribunale di Macerata, sostenendo invece la piena legittimità del proprio operato. Il Tribunale, con sentenza del 28 ottobre 2020, ha riformato integralmente la sentenza di primo grado, confermando l’ordinanza-ingiunzione del Comune di Sarnano e condannando il trasgressore al pagamento delle spese legali dei due gradi di giudizio. «Dopo due anni di giudizio, in primo grado ed in appello – commenta il Comune – viene quindi pienamente confermato l’operato dell’amministrazione comunale in tema di controlli sugli errati conferimenti dei rifiuti e la legittimità delle sanzioni comminate in caso di accertate violazioni. Da tempo, infatti, l’amministrazione comunale, avvalendosi della stretta sinergia operativa tra il corpo di Polizia locale ed il personale del Cosmari addetto al servizio di raccolta “porta a porta”, ha intensificato i controlli al fine di prevenire fenomeni di abbandono di rifiuti o di errati conferimenti. In quest’ottica si è anche inserito un attento monitoraggio del territorio tramite telecamere posizionate nei luoghi in cui si dovessero verificare situazioni di criticità. Il puntuale servizio di raccolta effettuato giornalmente, connesso all’attività di vigilanza – conclude il Comune – ha permesso che Sarnano incrementasse ogni anno la percentuale di raccolta differenziata, tanto che la media del 2020 è prossima ad un lusinghiero 75%, risultato estremamente soddisfacente se solo si consideri l’importante flusso turistico che riguarda Sarnano e che, soprattutto in particolari periodi dell’anno, fanno lievitare considerevolmente il quantitativo di rifiuti raccolti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X