L’albero di Natale
donato dalla polizia locale

CAMERINO - Il comandante Andrea Isidori: «Rappresenta un abbraccio a tutta la popolazione, con l'augurio di poterlo addobbare in futuro in piazza Cavour quando non sarà più zona rossa»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

02e54410-c4eb-4f53-a6d8-2db58d430b6a-300x400

La polizia locale di Camerino

 

Il Natale fa rima con solidarietà a Camerino. Anche quest’anno, infatti, il comando di polizia locale, in accordo con l’amministrazione comunale, ha deciso di donare l’addobbo dell’albero di Natale in piazza Dario Conti, al Sottocorte Village, che sarà acceso domenica, insieme alle luminarie per la città. «Abbiamo pensato che regalare l’addobbo dell’albero di Natale in piazza Dario Conti fosse un gesto di vicinanza alla popolazione di Camerino – afferma Andrea Isidori, comandante della polizia locale -. Lo abbiamo fatto anche lo scorso anno, ma queste festività natalizie, in particolare, credo che abbiano bisogno di gesti particolari di vicinanza verso i nostri concittadini. L’obbligo del distanziamento interpersonale non ci permette di avere una vita sociale come quella che avevamo, già comunque non semplice nel nostro territorio dopo il sisma. L’ufficio di polizia locale ha avuto in questo periodo di emergenza il compito di sostenere sia la popolazione che i proprietari delle numerose attività commerciali, garantendo da una parte il rispetto delle regole e dall’altra interpretando i bisogni della collettività. L’albero che doniamo rappresenta, dunque, un abbraccio a tutta la popolazione di Camerino, un segno di vicinanza a chi si trova in difficoltà, a chi dovrà affrontare queste feste natalizie in solitudine, con l’auspicio di una sempre maggiore collaborazione tra le istituzioni e i cittadini, con l’augurio di continuare questa tradizione e di poter addobbare in un futuro non molto lontano, l’albero in piazza Cavour in un centro storico non più zona rossa». Contento del gesto il sindaco Sandro Sborgia: «Si tratta di un gesto che è da esempio per tutti noi. Sarà un Natale diverso dagli altri, in un anno che ci ha visto affrontare una pandemia che ci allontanato fisicamente, ma non deve farlo nel cuore e nel pensiero verso il prossimo, quindi non ho potuto che accogliere con profonda gratitudine questa iniziativa quando mi è stata comunicata».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X