Pronto soccorso, Borroni contro Micucci:
«Il Pd usa l’emergenza per speculare
La struttura non è in crisi»

CIVITANOVA - Il consigliere regionale di FdI risponde alle critiche dai dem: «Non si erano accorti che la loro amministrazione regionale ha tagliato centinaia di posti letto in 5 anni?»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
FdI_PierpaoloBorroni_FF-7-325x217

Pierpaolo Borroni

 

«Micucci non aveva notato che ha votato piani sanitari con tagli alla sanità e posti letto?». Il consigliere regionale di FdI ed ex assessore a Civitanova Pierpaolo Borroni risponde alle critiche sul piano operativo indirizzate alla giunta regionale in materia di sanità. Ieri l’ex consigliere regionale Francesco Micucci e il capogruppo consiliare del Pd Giulio Silenzi avevano aspramente biasimato la scelta di utilizzare il pronto soccorso di Civitanova ormai al collasso per pazienti Covid e di non aver adottato strategie sanitarie in grado di lasciare puliti gli ospedali. Sul tema a difesa della giunta Acquaroli interviene Borroni: «Micucci usa l’emergenza covid per fare ignobile speculazione politica -dice Borroni in una nota congiunta firmata anche da Elena Leonardi e Massimo Belvederesi –  fino ad un mese fa proprio lui era uno dei gestori della sanità marchigiana. Tutta l’Italia è in emergenza e purtroppo le Marche non fanno eccezione. I pronto soccorso della nostra Area vasta e di tutta la Regione hanno un carico di lavoro importante ma non in crisi: tutti quelli che si dirigono presso le strutture sanitarie vengono curati e l’ossigeno è garantito a tutti. Il Pronto soccorso di Civitanova sta lavorando al meglio nonostante il dato numerico, garantendo assistenza in attesa della valutazione clinica che ne stabilirà la necessità o meno del ricovero e l’intensità del reparto, crediamo che né pazienti né personale sanitario abbiano bisogno di polemiche gratuite bensì di rispetto e di supporto. Non sa Micucci che siamo in situazione emergenziale pandemica? In una pandemia la normalità è quella che stiamo vivendo. Ci chiediamo se Micucci sa che il piano emergenziale che la Regione sta attuando è proprio quello che la giunta Ceriscioli aveva approvato. Come mai solo ora nota le mancanze del nostro sistema sanitario mentre quando era in Consiglio regionale non si è mai accorto dello stato della nostra sanità maceratese? Non aveva notato l’ex consigliere regionale che aveva votato piani sanitari in cui veniva scientemente tagliata la sanità e i posti letto? Non aveva notato Micucci che a Civitanova ci sono da 12 anni 2 piani per 4400 metri quadrati di ospedale non finiti con ben 4 sale operatorie ancora allo stato grezzo? Sono anni che non vengono fatti investimenti importanti presso il Pronto Soccorso di Civitanova e l’ex consigliere dove era?»

 

«Il pronto soccorso di Civitanova trasformato in un reparto Covid» Ossigeno: ci si arrangia con prolunghe

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X