facebook twitter rss

Raffiche di vento,
aumentano i danni a San Severino

MALTEMPO - Alberi e rami crollati in diverse zone del territorio settempedano, plance luminose sradicate, strade chiuse per la rimozione delle piante, perimetrati parcheggi per il pericolo di caduta di tegole da un edificio inagibile dopo il sisma
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
34 Condivisioni

 

Alberi sulla strada lungo la comunale Serrone

 

Prosegue la conta dei danni causati dal forte vento che sta continuando a flagellare il territorio di San Severino e che, dalla serata di ieri, sta costringendo operai e tecnici del Comune e agenti della Polizia Locale a un super lavoro in centro storico ma anche, e soprattutto, lungo le strade a servizio delle tantissime frazioni.

Per dare aiuto e supporto alle pattuglie, e agli addetti alla viabilità, sono stati chiamati ad operare anche i volontari del gruppo comunale di Protezione Civile. In località Sassuglio interventi continui per numerose piante cadute a terra e che hanno finito per interrompere la circolazione, in particolare lungo la strada di collegamento con l’abitato e che serve diverse abitazioni. Piante in mezzo alla carreggiata anche sulla comunale Pieve-Colmartino, chiusa per la rimozione delle stesse.

 

I vasi di fiori caduti al cimitero

 

Una plancia luminosa all’incrocio tra viale Bigioli e via Ercole Rosa è finita a terra, nella notte, dopo che la furia del vento ne ha sradicato il basamento in ferro.

La plancia luminosa caduta a terra

Si è schiantata su di un’auto in sosta, che ha riportato alcuni danni alla carrozzeria, anche una seconda plancia in via XX Settembre. Lungo la stessa via la polizia locale ha dovuto perimetrare alcuni parcheggi per il pericolo di caduta di tegole da un edificio dichiarato non utilizzabile a seguito delle scosse di terremoto dell’ottobre 2016. Alberi sulla strada anche lungo la comunale Serrone, nei pressi della località Biagi e sulla comunale per Sassuglio dove un albero si è schiantato sulla recinzione di un’abitazione privata. Un altro albero è finito sopra la rete di recinzione dei giardini comunali nel rione Di Contro. Nel cimitero civico di San Michele vasi di fiori a terra a causa delle violente folate di vento.

 

 

 

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X