Teuco, pec del Ministero:
«Cassa integrazione revocata»

MONTELUPONE - Fulmine a ciel sereno per i 116 lavoratori che vivono gravi difficoltà economiche
- caricamento letture
incontro-teuco

Un presidio dei lavoratori Teuco nei mesi scorsi

Non c ‘è pace per i 116 lavoratori della Teuco, azienda di Montelupone, dichiarata fallita lo scorso 20 aprile. Con una Pec il Ministero del Lavoro ha comunicato non solo che la cassa integrazione non sarà prorogata al 30 giugno, ma che è stata persino revocata con data retroattiva a partire dal 20 aprile, data in cui è stato dichiarato il fallimento dell’azienda da parte del tribunale di Macerata. I lavoratori a questo punto oltre a non poter contare sui prossimi stipendi, perderanno anche gli ultimi mesi sui quali contavano e che avrebbero fatto la differenza per molte famiglie.

I sindacati avevano già chiesto da tempo un incontro al Ministero e speravano nel perfezionamento della pratica di licenziamento collettivo che avrebbe fatto scattare la Naspi (indennità di disoccupazione ndr). La notizia della revoca è arrivata come un fulmine a ciel sereno. In queste ore fervono gli incontri e le trattative per salvare il possibile.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X