Teuco, assemblea dei lavoratori
per chiedere il fallimento

PORTO RECANATI - Il 26 ottobre alle 18 all'Itis di Recanati i dipendenti spiegheranno i motivi della decisione
- caricamento letture
incontro-teuco

Il gazebo dei lavoratori davanti l’azienda

 

di Emanuela Addario

I lavoratori della Teuco chiedono il fallimento dell’azienda. E’ indetta per il 26 ottobre alle 18 nei locali dell’Itis di Recanati, in via Santo Stefano, l’assemblea pubblica delle maestranze in cui saranno esposti i motivi della scelta. In quell’occasione le varie rappresentanze sindacali metteranno a nudo tutta la situazione dell’azienda. E’ da oltre un mese che i dipendenti  presidiano con un gazebo lo stabilimento di Montelupone. Due gli incontri che avrebbero potuto dare una svolta alla situazione di crisi che da giugno costringe a casa oltre 140 operai specializzati. Uno alla presenza dei sindaci di Recanati, Montelupone e Potenza Picena, della Regione, rappresentanti sindacali e proprietà (Certina holding e Fimag) e l’altro nei giorni scorsi proprio con la Certina holding. Ma entrambi si sono conclusi con un nulla di fatto. La proprietà ha sempre rimandato qualunque decisione paventando l’opportunità di vendita o affitto di azienda ad una fantomatica società del nord Italia rivelatasi, ad oggi, inesistente. Così le maestranze hanno deciso, prima che i vari creditori presentino il conto, di essere loro gli artefici di un atto di fallimento che già da tempo era nell’aria. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X