Maceratese, vendita alla stretta finale

LEGA PRO - Entro la fine della settimana dovrebbe avvenire il passaggio di quote dalla presidente Tardella al gruppo toscano rappresentato dall'avvocato Bargagna. Oltre all'azienda Moda Italiana sembrerebbero esserci altri tre imprenditori dietro all'acquisto della società biancorossa. I ragazzi allenati da Giunti si godono i tre preziosi punti conquistati a Gubbio
- caricamento letture
Andrea Bargagna sta trattando l'acquisto della Maceratese per conto di alcuni imprenditori toscani

L’avvocato Andrea Bargagna sta trattando l’acquisto della Maceratese per conto di alcuni imprenditori toscani

 

di Andrea Busiello

Entro la fine della settimana dovrebbe concludersi il passaggio di quote della Maceratese dalla presidente Tardella al gruppo toscano rappresentato dall’avvocato Bargagna. Il legale pisano sta trattando l’acquisto della società biancorossa da diverse settimane e il cambio di proprietà sembrerebbe essere sempre più vicino. Oltre all’azienda Moda Italiana (leggi l’articolo) dovrebbero essere altri tre gli imprenditori a capo della cordata toscana rappresentata dal legale pisano e pronta ad acquistare la Maceratese. Top secret i nomi e le altre aziende protagoniste ma nel giro di pochissimi giorni si conoscerà la soluzione al rebus. Sarà una settimana più serena quella che vedrà protagonista la Maceratese. Dopo il successo per 1 a 0 maturato ieri a Gubbio (leggi l’articolo) i biancorossi salgono a quota 10 e si allontanano, per il momento, dalla zona play out.

Federico Giunti, allenatore della Maceratese

Federico Giunti, allenatore della Maceratese

“Credevo sinceramente che la partita fosse ormai destinata allo 0-0 – dice l’allenatore biancorosso Federico Giunti – Il risultato che forse alla fine sarebbe stato più giusto, ma l’episodio del rigore ha fatto pendere l’ago della bilancia dalla nostra parte. Venivamo da una sconfitta, patita a Bergamo, incredibile. I ragazzi tenevano a fare bella figura. Ed hanno avuto il merito di riuscirci”. Match winner della gara in Umbria è stato Matteo Colombi: “Il gol decisivo mi mancava – dice l’attaccante – Ho preso convinto il pallone ed ho calciato sicuro, senza pensare a possibili errori. Poi la grande gioia. Ora sono sicuramente più disteso. È stato quel pizzico di fortuna che ci voleva”. Con i risultati di ieri la Maceratese si inserisce nel gruppone di centro classifica a quota 10 con Albinoleffe, Padova, Modena e Ancona. All’ultimo posto resta il Forlì con due punti poi Fano e Mantova a 6, Teramo e Sudtirol 7. Di sicuro i tre punti conquistati a Gubbio permetternano all’undici allenato da Giunti di affrontare con maggiore serenità la sfida di Reggio Emilia in programma sabato prossimo. Per l’occasione “Gli Amici della Rata” organizzano dei pullman per seguire la squadra: partenza all’Helvia Recina alle ore 11.

La gioia dei biancorossi dopo il successo contro il Gubbio

La gioia dei biancorossi dopo il successo contro il Gubbio

Matteo Colombi abbracciato dai compagni dopo il gol di Gubbio

Matteo Colombi abbracciato dai compagni dopo il gol di Gubbio



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X