Sì del consiglio a rotatoria e sottopasso,
tifosi in Comune per lo stadio a Lazzarini

CIVITANOVA - L'assise ha approvato la convenzione con Ferrovie e Quadrilatero per l'opera in via Carducci e la rotonda alla fine della superstrada. "Entrambe - ha detto il sindaco Corvatta - sono in grado di cambiare il volto della città e migliorare la qualità dell'aria e della nostra vita". Ultras in via Buozzi con cori e fumogeni per chiedere l'intitolazione del polisportivo al tifoso morto . FOTO/VIDEO
- caricamento letture
I cori dei tifosi sotto il Comune
I tifosi della Civitanovese

I tifosi della Civitanovese

 

di Laura Boccanera

(foto e video Federico De Marco)

Cori e fumogeni sotto il Comune di Civitanova, per il consiglio comunale, e uno striscione con scritto “Stadio Italo Lazzarini”. Così i tifosi della Civitanovese hanno accolto su via Buozzi i consiglieri comunali che ieri sera hanno discusso la mozione presentata dal consigliere Fabrizio Ciarapica per l’intitolazione dello stadio polisportivo cittadino e approvato poi la convenzione con Ferrovie e Quadrilatero per il sottopasso di via Carducci.

I TIFOSI. Prima dell’inizio del consiglio una delegazione composta da una trentina di tifosi ha alzato cori in ricordo del collega ultras scomparso l’estate scorsa (leggi l’articolo) e poi ha presenziato la seduta. Il consiglio si è poi aperto con un minuto di silenzio per ricordare due lutti che hanno colpito la città e il consiglio: quello dell’avvocato Vincenzo Brengola (leggi l’articolo) che fu anche consigliere comunale e quello di Guglielmo Rossi, padre del consigliere Pier Paolo Rossi, morto proprio ieri sera all’età di 77 anni (il consigliere Rossi è stato assente per lutto).

Il consiglio comunale

Il consiglio comunale

LO STADIO – Il consiglio ha iniziato poi il dibattito nel merito dell’intitolazione che si è concluso con la convocazione della commissione toponomastica per il 18 ottobre alle 21. Vi prenderanno parte i consiglieri e una delegazione di tifosi. “Ho presentato la mozione non per pubblicizzare la mia amicizia con Italo o per cercare facili consensi ma ho solo ascoltato la gente. Poi nella mozione è specificato che la proposta va sottoposta alla commissione”, ha detto il consigliere di Vince Civitanova accusato di aver strumentalizzato l’iniziativa portandola in una sede inadeguata rispetto a quella decisionale che è quella della commissione toponomastica e poi della giunta. “Ciarapica fa parte della commissione poteva sottoporla direttamente invece che portarla qui”- ha sottolineato il consigliere comunale Belinda Emili. Sulla volontà di ricordare il tifoso civitanovese è intervenuto anche il sindaco Tommaso Corvatta che ha ribadito l’impegno a commemorare Lazzarini, ma ha anche fatto presenti gli ostacoli normativi (occorre attendere 10 anni dalla morte per intitolare strade vie o opere pubbliche). Alla fine la mozione è stata ritirata e la commissione convocata per martedì prossimo.

Ciarapica e Costamagna

Ciarapica e Costamagna

SOTTOPASSO – Il consiglio è poi passato alla discussione dei punti all’ordine del giorno tra cui la convenzione tra Comune, Ferrovie dello Stato e Quadrilatero per la realizzazione del sottopasso di via Carducci e la rotatoria alla fine della superstrada 77 dove ora c’è il semaforo.  “Il sottopasso è finanziato da Ferrovie e Quadrilatero – ha specificato l’assessore Marco Poeta – il Comune ha solo vantaggi nel formulare la convenzione. Non ci sono poi vincoli per il Comune per la realizzazione degli altri due sottovia”. Sulla inutilità dell’opera è intervenuto Claudio Morresi. “Sono contrario, non è un’opera che risolve i problemi del traffico cittadino. È un’opera non essenziale per la città – ha detto Morresi portando in consiglio le posizioni del comitato no al sottopasso – oltretutto con il sottopasso la zona subirà gravi conseguenze e renderà la zona desertificata”.

“Civitanova è la città con il maggior numero di sottopassi – ha detto Erminio Marinelli – ero sindaco e si parlava di passaggio a livello, vedo che sono passati gli anni, ma la situazione non è cambiata. Anche a me le ferrovie proposero il sottopasso, ma credo sia un’opera inutile e che sacrifica la viabilità sulla statale per anni. Al contrario sarei favorevole al progetto Calafati”. Per il sindaco un traguardo importante. “E’ a costo zero – ha detto Tommaso Corvatta – per i cittadini Civitanovesi. Termina l’iter amministrativo ed inizia, a breve, la costruzione delle due opere che da sole sono in grado di cambiare il volto della città e migliorare sensibilmente la qualità dell’aria e della nostra vita”. Scintille sul finale con Corallini che ha chiesto la verifica del numero legale e ha lasciato l’aula.

ultras-tifosi-civitanovese-consiglio-comunale-civitanova-2

I tifosi

Il tifoso Italo Lazzarini

Il tifoso Italo Lazzarini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X