Maceratese, la carica di Nacciarriti:
“Il Siena deve temerci”

LEGA PRO - L'amministratore delegato avverte la Robur, prossimo avversario dei biancorossi all'Helvia Recina (sabato alle 15, diretta live su CM), in una gara decisiva per la zona play off. "Rispetto per il loro blasone ma siamo avanti in classifica: sono loro che devono avere paura di noi"
- caricamento letture
L'amministratore delegato della Maceratese Marco Nacciarriti

L’amministratore delegato della Maceratese Marco Nacciarriti

 

di Sara Santacchi

La gara d’andata, giocata a Siena contro la Robur, suggellò il miracolo di una squadra che, da matricola in Lega Pro, si stava affermando quale big del torneo. In quella di ritorno, prevista per sabato alle 15 all’Helvia Recina, la Maceratese di Bucchi sa che non può perdere il passo per continuare a marciare verso i play off. Archiviata la sfida di Teramo, i biancorossi hanno lavorato anche all’Helvia Recina questa settimana, per prendere maggiore confidenza con un campo che, nonostante le sue criticità, deve rappresentare un aspetto favore della squadra, come conferma l’amministratore delegato Marco Nacciarriti: «Abbiamo provato ad allenarci anche lì per prendere le giuste misure. E’ vero che il terreno di gioco è in uno stato pietoso, ma dobbiamo imparare a conoscere anche i suoi difetti per poterci muovere meglio al suo interno».

Nacciarriti, guardando alla trasferta di Teramo è stato un punto guadagnato o due persi?

«E’ arrivato un pareggio che comunque muove la nostra classifica, in un campo difficile e contro un avversario forte. Non abbiamo espresso il nostro miglior gioco eppure non siamo usciti con un risultato negativo».

All’andata la gara col Siena fu la consacrazione della Maceratese, quella del ritorno può rappresentare un passo in avanti nella corsa play off?

«Noi siamo già in zona play off. Non è un sogno e non guardiamo chi ci insegue, ma chi è davanti a noi. Abbiamo sempre detto che marzo ci avrebbe indicato quale sarebbe stato il campionato della Maceratese e, per dove ci troviamo adesso, non vogliamo indietreggiare di un passo».

Col Siena che partita si aspetta?

«Non esistono incontri più o meno abbordabili. Loro hanno un blasone che li ha portati anche in serie A e questo conta molto, abbiamo rispetto reverenziale verso il Siena, ma non timore: devono averlo loro, visto che siamo avanti in classifica».

Che Maceratese deve scendere in campo per tornare alla vittoria?

«Essere sé stessa. Non dobbiamo snaturarci né pensare alle caratteristiche dell’avversario, ma solo riproporre l’atteggiamento che è sempre stato il nostro punto di forza, contro chiunque».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X