Omicidio di San Severino,
Quadraroli trasferito al carcere di Ascoli:
è in osservazione psichiatrica

DELITTO DI MARIA BIANCHI- L'uomo ha lasciato Montacuto, su richiesta del direttore. Iniziata la perizia del consulente nominato dalla difesa. Su quanto accaduto il 27 novembre continua a non ricordare con certezza: «A volte chiede della mamma»
- caricamento letture
omicidio-san-severino-quadraroli-

I carabinieri sul posto dopo il delitto di Maria Bianchi

Trasferito in osservazione psichiatrica nel carcere di Ascoli Michele Quadraroli. L’uomo, accusato dell’omicidio della madre, Maria Bianchi, 84 anni, uccisa a San Severino lo scorso 27 novembre, ha lasciato il carcere di Montacuto di Ancona una settimana fa.

MicheleQuadraroli_FF-5-650x431

Michele Quadraroli

Proprio il direttore del penitenziario dorico ha deciso di chiedere il trasferimento ad Ascoli. Intanto l’avvocato Laura Antonelli, legale di Quadraroli ha deciso di affidare allo psichiatra Marco Ricci Messori una perizia sul suo assistito. Gli accertamenti sono iniziati e si trovano a buon punto. Non è invece a buon punto la memoria di Quadraroli, 56 anni. «A volte parla dell’omicidio, sa perché si trova in carcere, ma un attimo dopo magari mi chiede della madre, ad esempio mi dice di andare a prendere i soldi dalla madre» dice l’avvocato Antonelli.

laura-antonelli-2-650x559

L’avvocato Laura Antonelli

Il 27 novembre, mentre era a casa con la madre, l’uomo aveva avuto con lei una discussione. La psichiatra che lo aveva in cura aveva chiamato i carabinieri perché informato dalla madre di Quadraroli che da qualche giorno aveva smesso di prendere i farmaci che gli erano stati prescritti. La psichiatra aveva poi chiamato i carabinieri che erano andati a fare un controllo. Quando i carabinieri erano arrivati a casa, era stato Quadraroli a aprire la porta. Era sporco di sangue e ai militari aveva detto che la madre era andata a fare la spesa e non sapeva quando sarebbe tornata. I carabinieri avevano poi trovato la donna nel bagno. Aveva ferite al volto e al torace, inferte, hanno ricostruito gli inquirenti, con delle forbici. Ma la causa della morte non è stata quella: Quadraroli ha ucciso la madre, schiacciandole il torace (nel corso dell’autopsia erano stata trovate diverse fratture alle costole).

(Gian. Gin.)

Omicidio della madre, il figlio continua a non ricordare

 

L’addio a Maria nella chiesa della Pieve «Uccisa dallo schiacciamento del torace»

Dall’autopsia nuova ipotesi sul delitto: Maria Bianchi aveva diverse costole rotte, il figlio potrebbe averla uccisa schiacciandola

Michele Quadraroli al giudice: «Come sta mia madre?» Poi durante l’udienza piange

Una decina di colpi con le forbici e fogli di giornale per bruciare il corpo «Così Quadraroli ha ucciso la madre»

Uccide la madre a colpi di forbici e prova a darle fuoco: arrestato

Omicidio di San Severino, sconvolti i vicini e i clienti del bar: «Maria si è sempre presa cura del figlio»

Una litigata per il cane, poi il raptus «Lui non ricorda di aver ucciso la madre»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X