«Sferisterio, fatti degli sbagli»
Parcaroli boccia la programmazione

MACERATA - Nel rispondere a un'interrogazione del consigliere dem Ricotta, il sindaco in Consiglio è stato duro su alcuni punti della stagione lirica: «La sequenza delle opere non va bene, spingo per tornare indietro, dobbiamo dare la possibilità di vedere più recite in un weekend». Il primo cittadino ha detto che le entrate dalle sponsorizzazioni sono state pari a 518mila euro, dalla biglietteria un milione e 181mila euro. Nessun dato ufficiale sulle voci in uscita. «Mi serve un direttore amministrativo che mi dice la situazione ogni settimana. I conti torneranno, che Dio ci aiuti in questo anno»
- caricamento letture
Parcaroli_Sferisterio2022_FF-7-325x217

Sandro Parcaroli con il direttore artistico dello Sferisterio Paolo Pinamonti

 

di Luca Patrassi

Una critica anche forte alla gestione dello Sferisterio. Probabilmente la crudezza dell’intervento del sindaco Sandro Parcaroli oggi in Consiglio comunale non se l’aspettava neanche il capogruppo del Pd Narciso Ricotta che pure aveva presentato una interrogazione chiedendo i conti del 2022, della stagione chiusa, e le prospettive del festival.

Il sindaco Sandro Parcaroli, che è anche il presidente dell’associazione Sferisterio, ha toccato duro su alcuni punti della programmazione aggiungendo di non avere anche i dati per dire come si è chiuso il bilancio della stagione lirica 2022. Ma in diversi punti – i concerti, la scelta delle opere e la sequenza temporale – ha bocciato la programmazione anche artistica e ha detto di non avere ancora disponibili i conti per dire se si è chiuso in passivo o meno. Sul fronte delle entrate il primo cittadino ha detto che le entrate dalle sponsorizzazioni sono state pari a 518mila euro, dalla biglietteria un milione e 181mila euro mentre non è ancora stata definita l’entità dei contributi ministeriali. Nessun dato ufficiale sulle voci in uscita.

«Lo Sferisterio – ha detto Parcaroli – non è di destra o di sinistra. Nella scorsa stagione ho partecipato a undici opere personalmente, mi sono chiesto chi c’era dentro lo Sferisterio e, a parte la prima con tanti maceratesi, ho visto tanti stranieri. E’ stata una stagione bella, utile per vedere Macerata muoversi, tante persone che hanno valorizzato la città. Ho lavorato molto sulle sponsorizzazioni, è stata una stagione innovativa con tutti questi concerti, forse anche troppi. Faremo una stagione 2023 con i piedi per terra, quest’anno siamo partiti tardi, forse abbiamo fatto degli sbagli, la sequenza delle opere non va bene, spingo per tornare indietro, dobbiamo dare la possibilità di vedere più opere non un weekend, lo Sferisterio è di tutti. Sto lavorando su altri fondi dallo Stato: Rof, Parma Torre del Lago hanno sempre un milione l’anno per i progetti. Quanto a Messi lo avevamo detto già un anno fa che facevamo il concorso. Infine dobbiamo mettere il braccio sullo statuto, ogni giorno devo firmare documenti dello Sferisterio, a me serve una figura come amministratore, il bilancio deve quadrare, il mestiere mio è trovare i soldi, dobbiamo fare delle opere che portano spettatori, non dobbiamo fare come quest’anno, mi serve un direttore amministrativo che mi dice la situazione ogni settimana, ogni 15 giorni, i conti torneranno, che Dio ci aiuti in questo anno».

Molto soddisfatto il consigliere interrogante Narciso Ricotta che nell’intervento di replica ha sottolineato «l’onestà intellettuale del sindaco nell’ammettere gli sbagli fatti, lo dico senza polemica ma con spirito propositivo, lo stesso che mi porta a dire che aspetto che il sindaco, quando è ora, ci comunichi i risultati del 2022 e ci illustri cosa vuol fare per il 2023 e con lo statuto dell’associazione». Un Consiglio, quello di oggi, fatto di interrogazioni: si è partiti con una interrogazione di Alberto Cicarè sulla realizzazione a Sforzacosta di un ponte che non è ciclopedonale, poi ancora Ricotta con i mille alberi piantati alle Vergini e tutti secchi, la dem Ninfa Contigiani sulla prosecuzione o meno dell’attività di macellazione nella struttura di Villa Potenza, il consigliere di Macerata Insieme David Miliozzi sulle opere di efficientemente energetico al teatro Lauro Rossi.

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X