«Un parcheggio per la stazione»
Il Pd chiede un impegno al sindaco

MACERATA - I consiglieri comunali Maurizio Del Gobbo, Ninfa Contigiani, Alessandro Marcolini e Narciso Ricotta hanno presentato un ordine del giorno al primo cittadino Sandro Parcaroli: «Sta aumentando l’esigenza dei viaggiatori che devono lasciare la propria automobile di trovare uno spazio adeguato per l’intera giornata»
- caricamento letture
stazione-macerata_foto-LB-1-650x365

L’ingresso della stazione di Macerata

Un parcheggio al servizio della stazione ferroviaria. E’ la richiesta formulata in un ordine del giorno presentato oggi  al sindaco Sandro Parcaroli da alcuni consiglieri comunali del Partito Democratico (Maurizio Del Gobbo primo firmatario, Ninfa Contigiani, Alessandro Marcolini e il capogruppo Narciso Ricotta).

DelGobbo_ConsiglioComunale_FF-9-325x217

Maurizio Del Gobbo, consigliere del Pd e primo firmatario

«La stazione di Macerata – scrivono i consiglieri dem – è da ritenere un importante snodo per la provincia collocandosi nella  linea ferroviaria che collega le città di Civitanova Marche e Fabriano; le stazioni di Civitanova e Fabriano sono a loro volta snodi importanti per altrettante vie di  collegamento ferroviario sia per l’entroterra (Fabriano-Foligno-Roma) sia per la dorsale  adriatica (nord-sud);  importante è anche il collegamento che viene a realizzarsi con l’Università di Camerino tramite la fermata di Castelraimondo. Nel luglio 2020 veniva inaugurata la nuova fermata ferroviaria “Macerata Università” in località Vallebona, in corrispondenza del polo universitario dell’Ateneo maceratese (utenza stimata di circa 2.600 studenti, oltre al personale docente e tecnico-amministrativo);  la nuova fermata ferroviaria veniva realizzata nell’ambito dei lavori di elettrificazione della linea Civitanova Marche-Fabriano, che prevedono anche opere di ampliamento e ammodernamento delle stazioni presenti lungo il percorso;  sarebbe infatti previsto un investimento più ampio (circa 110 milioni) per rafforzare la tratta Civitanova Marche-Fabriano con l’elettrificazione della linea».

Le opere in corso: «negli ultimi mesi stanno proseguendo i lavori di potenziamento infrastrutturale e tecnologico nelle località di Macerata, Tolentino, Urbisaglia, Matelica, Montecosaro e Morrovalle, sulla linea Civitanova Marche-Fabriano; in particolare gli interventi in programma nel mese di agosto sono finalizzati alla realizzazione dei nuovi “Apparati Centrali Computerizzati” nelle stazioni di Macerata e Tolentino, al miglioramento dell’accessibilità delle località di Matelica ed Urbisaglia (realizzazione di marciapiedi secondo gli standard europei per il servizio ferroviario metropolitano, del sottopasso e delle opere propedeutiche all’elettrificazione, con relativo adeguamento della sede ferroviaria), alla velocizzazione della linea e all’eliminazione dei passaggi a livello;  l’investimento economico per i lavori previsti nel 2022 è di circa 5 milioni di euro».I numeri della stazione di Macerata: « nel 2010 lo scalo maceratese è stato frequentato da circa 900.000 utenti,  da alcuni anni si sta registrando un progressivo aumento del flusso di utenti (lavoratori e  studenti) presso la stazione ferroviaria di Macerata, la stazione è di media grandezza e ogni giorno sono oltre 40 i treni regionali,  per Ancona, Civitanova e Fabriano, che transitano sui suoi tre binari; sta inoltre crescendo, anche a causa della crisi energetica, l’esigenza di viaggiare su rotaie anziché in auto, specie per i pendolari che ogni giorno devono raggiungere i luoghi di lavoro». L’emergenza: «Sta aumentando l’esigenza dei viaggiatori che devono lasciare la propria automobile nei pressi della stazione di trovare un parcheggio adeguato per l’intera giornata, si evidenzia purtroppo una scarsità di posti auto (circa 40) nella piazza XXV Aprile, antistante la stazione, spesso occupati in quanto non a pagamento; i principali parcheggi della città (specie lo Sferisterio e il Centro Storico) non sarebbero funzionali alla stazione ferroviaria per la distanza eccessiva, molte città sono dotate di un parcheggio dedicato in prossimità delle proprie stazioni  ferroviarie. Un parcheggio vicino la stazione andrebbe inoltre a valorizzare ulteriormente la zona anche in previsione della ristrutturazione dell’area ex-Rossini».

(l. pat.)

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X