Post in favore di Putin,
Valter Bianchi nella bufera
«Inaccettabile, si dimetta»

SAN SEVERINO - L'esponente della maggioranza ha esternato la sua posizione sui social suscitando la reazione dei consiglieri Alessandra Aronne e Francesco Borioni. L'amministrazione e il sindaco prendono le distanze: «Ferma condanna dell’invasione russa»
- caricamento letture
bianchi1-417x650

Il post di Valter Bianchi

AGGIORNAMENTOIl sindaco di San Severino Rosa Piermattei e il gruppo consiliare di maggioranza “San Severino Cambia”, dichiarano «la propria estraneità alle affermazioni recentemente apparse sui social da parte del consigliere comunale (e capogruppo di maggioranza, ndr) Valter Bianchi, in merito al conflitto russo – ucraino. Ribadiscono tutta la loro vicinanza e solidarietà al popolo ucraino e la ferma condanna dell’invasione russa e di ogni forma di guerra, come atto di aggressione verso altri popoli».

***

di Monia Orazi

È polemica a San Severino per le immagini ed i commenti postati sui social dal capogruppo e consigliere di maggioranza Valter Bianchi che ha preso posizione sulla guerra tra Russia e Ucraina.

valter-bianchi

Valter Bianchi

Il consigliere di San Severino cambia ha postato un’immagine di Putin in cui il dittatore russo spiega le ragioni per cui vorrebbe la pace e con cui giustifica il suo intervento militare armato di aggressione all’Ucraina condannato da numerosi paesi del mondo. «E sto! chi la vede diversamente, può astenersi dal commentare», la frase con cui Bianchi ha postato l’immagine di Putin, più sotto altri commenti che lasciano intendere come il consigliere consideri l’azione militare di Putin sull’Ucraina, auspicando che finisca presto. Ha scritto Bianchi: «Il battaglione Azov creato, addestrato e finanziato da chi (indovina indovinello) cos’ha fatto nel 2014-2015 in Ucraina dell’est? Mi ricordo ancora le immagini fortemente censurate di morti spappolati in giro esecuzioni sommarie, bambini, donne, uomini uccisi, perché semplicemente, si sentivano Russi. Filo-Russi appunto. Un po’ come le truppe di Tito durante la seconda guerra mondiale e dopo la fine della guerra fecero con gli Italiani nelle terre irridenti lstria, Dalmazia, Fiume, etc….colpevoli di essere italiani o sentirsi italiani». Il consigliere spiega come la situazione secondo lui fosse prevedibile: «Quindi? Non giustifico una guerra, che è sempre un orrore ma ragazzi, uno dopo aver preso diverse volte, zampate sui maroni risponde. E il buon giornalista (uno serio e fuori dagli interessi politici corrotti) Giulietto Chiesa, scomparso due anni fa, lo disse chiaro chiaro (uno che analizzava studiava, viveva nei contesti e poi scriveva) nel 2015 quello che sta accadendo proprio oggi.

bianchi3-325x186Speriamo, si concluda il prima possibile e con meno danni possibili per tutti. P.S. ringraziate Io Zio Sam e i loro compari per l’ennesima provocazione, siamo nel 2022 ma hanno in testa da sempre solo ed esclusivamente guerra, violenza ed occupazione». In altri commenti in particolare rispondendo all’ex consigliere comunale Mauro Bompadre che lo invita a ad astenersi dal fare commenti da bar, essendo una figura istituzionale pubblica, Bianchi risponde che quella che esprime una sua opinione personale in cui non c’entrano assolutamente la maggioranza e la giunta. «Mauro Bompadre non dire cose che non c’entrano nulla caro Mauro. Questo è un mio libero pensiero e non obbligo nessuno a pensarla uguale. Chiaro?»

bianchi2-210x400Sul tema intervengono i consiglieri di opposizione di San Severino Futura Alessandra Aronne e Francesco Borioni che chiedono le dimissioni di Bianchi da ogni carica di rappresentanza e una presa di distanza dell’amministrazione comunale dalle dichiarazioni del consigliere: «Mentre noi eravamo in piazza ieri, insieme a tantissimi cittadini, associazioni, partiti e movimenti, chiedendo la sospensione immediata delle operazioni belliche e l’urgenza di un vero processo di pace, mentre esprimevamo piena solidarietà al popolo ucraino che in questi giorni sta vivendo momenti drammatici, Valter Bianchi consigliere capogruppo di maggioranza del Comune di San Severino esce sui social con gravissime prese di posizione, nelle quali si descrive come legittima, la folle operazione militare di Putin. Bianchi, lo ricordiamo è figura non certo marginale nella compagine della maggioranza, consigliere comunale, presidente di commissione bilancio, delegato ai rapporti con le frazioni»

Aronne e Borioni chiedono alla maggioranza una presa di distanza dalle affermazioni di Bianchi: «Tali affermazioni, quali che siano le posizioni personali, non sono accettabili da parte di un rappresentante delle istituzioni. Ed è intollerabile che ancora non ci sia stata alcuna presa di distanze da parte dei colleghi consiglieri comunali e dagli altri rappresentanti delle istituzioni comunali. Chiediamo con immediatezza chiarimenti al riguardo da parte di maggioranza e presidenza del consiglio comunale. Chiediamo di prendere le distanze con fermezza da quanto affermato dal consigliere Bianchi. Chiediamo che lo stesso si dimetta da tutte le sue cariche di rappresentanza. Le istituzioni devono essere sempre ed in ogni caso presidio ed espressione di valori di pace e solidarietà tra popoli». Al momento non è stato possibile raggiungere telefonicamente il sindaco Rosa Piermattei.

«Sempre con Putin» Dimissioni del presidente del circolo FdI dopo il post choc sulla guerra in Ucraina

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =