Canesin irride l’assessore:
«Renna che mestiere fa?»
D’Alessandro stizzita: «Meschino»

MACERATA - Polemica social a suon di post e commenti tra vecchia e nuova amministrazione. A dare il via alla bufera la rivendicazione di Iesari per il premio sul parco di Villa Lauri, l'ex assessore allo Sport ha ironizzato sul lavoro di operatore ecologico dell'attuale componente della giunta Parcaroli. La replica della vice sindaca
- caricamento letture

 

post-polemica-renna

Il post di Mario Iesari che ha dato il la alla polemica

 

di Luca Patrassi

Scivolone dell’ex assessore allo sport Alferio Canesin, il post di fuoco del vicesindaco Francesca D’Alessandro. Si parte dall’ex assessore all’ambiente Mario Iesari che pubblica sulla sua pagina Facebook la notizia della menzione speciale per il Comune di Macerata per il progetto di riqualificazione del parco urbano di Villa Lauri. Ad assegnarla è stata la giuria della 21^ edizione del Premio “La Città per il verde”, un’iniziativa della casa editrice Il Verde Editoriale di Milano  che viene assegnato ai Comuni italiani che si sono distinti per realizzazioni o metodi di gestione innovativi, finalizzati all’incremento del patrimonio verde pubblico attraverso interventi di nuova costruzione e di riqualificazione o nei quali viene privilegiato l’aspetto manutentivo.

post-polemica-renna1-225x400

Il commento di Alferio Canesin

Pubblicata la notizia, Iesari propone un commento: «Allora non è proprio vero che i parchi pubblici cittadini erano in una situazione di degrado. Vediamo se l’assessore (si tratta di Paolo Renna, ndr) che va a ritirare il Premio ha l’onestà intellettuale di ricordare la realizzazione della precedente amministrazione». I primi commenti lasciano intuire la piega che prende il post di Iesari: «Ci andrà l’assessore Renna. Che mestiere fa?» è il primo commento dell’ex assessore Canesin, che si riferisce all’impiego di Renna come operatore ecologico del Cosmari. Poi c’è qualcun altro che aggiunge la faccina del vomito alla parola Cosmari e via proseguendo fino ad arrivare a Betty Torresi: «Oddio se Renna scopre che a Montalbano c’è un parco ci fa un parcheggio coperto e lo fa costruire con le foratelle, che viene bello». A distanza di 24 ore l’ex assessore Canesin sembra voler correggere il tiro su Renna e gli attribuisce la qualifica di «impiegato del Cosmari». Ce ne è abbastanza per far esprimere tutta la propria rabbia al vicesindaco Francesca D’Alessandro: «Ricordo ad alcuni esponenti di sinistra di questa città che denigrare qualcuno per il lavoro che fa, evidenzia non solo una meschinità e una pochezza umana incommentabile, ma anche una bassezza politica per cui un elettore, proprio di quell’area politica, dovrebbe preoccuparsi. Il lavoro, qualunque esso sia, è dignitoso se si fa con serietà ed onestà, forse è bene che qualcuno vi rinfreschi la memoria». Nessun commento da Paolo Renna, peraltro il consigliere comunale eletto con il maggior numero di preferenze: 332 che testimoniano la stima e l’affetto di cui gode in città. Poi, può fare qualunque lavoro.

 

post-dalessandro-renna

Il post stizzito della vicesindaca Francesca D’Alessandro

 

Parco urbano di Villa Lauri, menzione speciale per il Comune



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X