Elezioni comunali - risultati in tempo reale

Scontro per i fratelli Orazi,
Ulderico con Ricotta e Laura per Parcaroli

MACERATA 2020 - Sono contitolari del bar Cavour, lui correrà per Italia Viva dopo 10 anni da consigliere del Pd. Lei invece per Lega. Il candidato del centrodestra sul comizio di ieri di Salvini: «È incredibile come una piazza sempre deserta possa riempirsi di gente quando in ballo c’è l’amore per la propria terra»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Ulderico e Laura Orazi

 

Macerata 2020: inedito, almeno per la grande popolarità dei protagonisti, lo scontro che vedrà interessati i fratelli Laura e Ulderico Orazi, contitolari dello storico bar Cavour. Non siamo alle barricate, visto che appunto si parla di fratelli, ma la divisione dei ruoli politici è netta. Da un lato c’è Ulderico Orazi, reduce da dieci anni da consigliere comunale nelle fila del Pd, che si presenta con i renziani di Italia Viva. Dall’altro Laura Orazi che è al debutto in politica e si presenta sul fronte opposto, a sostegno di Sandro Parcaroli, nella lista della Lega. “Scontro” in famiglia ed anche al bar, sempre molto frequentato, che da oggi avrà un motivo in più di dibattito: il derby è servito, anche se, dal punto di vista calcistico, per Ulderico Orazi non è un bell’anno per la sua (e di Renzi) Viola. Intanto partiti e movimenti stanno combattendo una battaglia corpo a corpo alla ricerca di candidati per chiudere le liste o quantomeno per arrivare al minimo necessario per poterle presentare. Si viaggia, per ora, in base a calcoli non ancora ufficiali visto che appunto le liste sono ancora tutte da ufficializzare, a un rapporto di un candidato per ogni 40 elettori. In un condominio insomma, se sali o scendi da un piano rischi di trovare un altro candidato.

Matteo Salvini stringe la mano a Sandro Parcaroli

Tornando invece al comizio di ieri di Salvini in piazza Mazzini, dove ha presentato i 30 candidati alle regionali e il candidato sindaco del centrodestra unito Sandro Parcaroli, secondo alcuni erano poche le persone in piazza Mazzini. Di sicuro le mille persone convenute (dati della Questura) rappresentano il top in fatto di comizi nel capoluogo da parecchi anni a questa parte. Il flashback delle adunate di masse porta agli anni Ottanta con le migliaia di presenze per i comizi dei vari Almirante, Berlinguer e big vari della allora egemone Dc. Il centrodestra comunque era schierato a sostegno di Parcaroli, candidato che ha fatto ancora una volta appello alla condivisione. E che oggi ha scritto: «È incredibile come una piazza sempre deserta possa riempirsi di gente quando in ballo c’è l’amore per la propria terra. In piazza Mazzini, a Macerata, ho sentito ancor più forte il peso delle mie responsabilità in questa emozionante avventura politica». 

(l. pat.)

«Vinceremo nelle Marche e a Macerata» Salvini benedice il duo Acquaroli-Parcaroli e i 30 candidati alle Regionali (Foto/Video)

 

 

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X