Crolli a palazzo Costa,
il Comune ordina ai proprietari
la messa in sicurezza

MACERATA - Due i cedimenti nel giro di 15 giorni, l'ultimo sabato notte: un pezzo di cornicione ha rischiato di cadere sopra un ragazzo. Uno dei titolari di Cabaret, Giorgio Ripari: «Credo che per una "quasi" capitale della cultura non sia un bel biglietto da visita turistico»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
cornicione4-650x488

L’area transennata ieri mattina dopo il crollo di parte del cornicione da palazzo Costa

 

Due crolli in quindici giorni, l’altra notte l’ultimo episodio che poteva tramutarsi in dramma per la caduta di un pezzo di cornicione di pietra da uno dei finestroni del monumentale Palazzo Costa. Il Comune di Macerata oggi ha ordinato ai proprietari l’adozione di misure di sicurezza, quindi l’esecuzione di lavori di manutenzione o l’installazione di una impalcatura di contenimento.

caBARet_Giamaica

Giorgio Ripari, davanti al Cabaret

A parlare è il contitolare del bar Cabaret, Giorgio Ripari: «Potrei dire di ritenermi fortunato, per un caso analogo pochi giorni fa una mamma e due suoi figli sono morti sotto il crollo di un cornicione. È un fatto piuttosto grave che un palazzo storico, sottoposto a tutela delle Sovrintendenza delle belle arti, perda costantemente pezzi. Credo che per una “quasi” capitale della cultura non sia un bel biglietto da visita turistico. Spero che non si verifichino più fatti del genere, anche se girando per i vicoli del centro ci sono altri brutti esempi di palazzi storici (e non) lasciati all’incuria. È anche lecito pensare che con l’arrivo dei fondi legati al sisma molte situazioni verranno migliorate, è però altrettanto lecito pensare che i danni del sisma poco c’entrano con interventi che meritano interesse privato e pubblico da decenni. Ho visto ad esempio che la piazza principale della città sta subendo dei lavori di restyling con l’impianto di giochi di luci, sarebbe bello non fosse uno spot elettorale ma l’inizio di un processo di abbellimento e restauro di tutti i siti che necessitano di tali interventi un po’ in tutto il centro». Quanto all’idea di centro storico, Ripari argomenta: «Credo sia un tema caro ai prossimi candidati sindaci, specialmente ad uno che già mi sembra occupi attualmente il ruolo di assessore dei lavori pubblici. La riqualificazione del centro – conclude – potrebbe essere stimolata anche attraverso una politica di residenzialità, magari che riguardi famiglie giovani e stimolando la nascita di attività e di servizi che possano fare sì che un abitante del centro non debba per forza prendere l’auto per andare a fare semplicemente spesa».

(l. pat.)

cornicione2-650x325

L’intervento dei vigili del fuoco su palazzo Costa

 

Pezzi di cornicione caduti, «stava passando un ragazzo L’ha scampata per pochi centimetri»

Cadono pezzi di cornicione, intervento dei vigili del fuoco



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X