Salvini boccia lo zelo di Cognigni
«I droni teniamoli per la mafia» (Video)

CIVITANOVA - Proprio mentre l'assessore leghista alla Sicurezza era impegnato a stanare dal cielo i furbetti che non rispettano le misure restrittive, il leader del Carroccio su La7 diceva: «Non vengano usati per controllare chi va 50 metri più lontano da casa sua a far fare la pipì al cane»
- caricamento letture
Le parole di Matteo Salvini a Non è l'arena

 

«I droni e gli elicotteri teniamoli buoni per mafia, camorra e ‘ndrangheta, non per controllare chi va 50 metri più lontano da casa sua a far fare la pipì al cane». Parole del leader della Lega Matteo Salvini che ieri sera su La7, intervistato da Massimo Giletti nella trasmissione “Non è l’arena”, si è complimentato con gli italiani per il senso di responsabilità con cui stanno rispettando le misure restrittive. E nello stesso tempo ha criticato chi usa i droni per controllare “piccole infrazioni”.

controlli-drone-civitanova-1-300x400

Cognigni durante i controlli lungo la pista ciclabile col drone

In questo modo, senza volerlo e indirettamente, il capitano ha bocciato lo zelo dell’assessore di Civitanova Giuseppe Cognigni, leghista di ferro. L’assessore alla Sicurezza della città costiera è lo stesso che non troppo tempo fa si era fatto immortalare alla guida di una ruspa, con t-shirt d’ordinanza arancione raffigurante proprio la faccia di Salvini, pantalone bianco e mocassino blu, mentre stava abbattendo due bagni pubblici, pochi metri quadrati considerati il simbolo del degrado della città. Ricettacolo di ogni “peggiore specie”: spacciatori, rom, senzatetto e via dicendo. Secondo il suo racconto, ovviamente (leggi l’articolo). Ecco, proprio lui ieri si è fatto nuovamente immortalare, stavolta in abiti “civili”, a fianco di Protezione civile e municipale, mentre era in atto un controllo col drone per stanare i furbetti della città. Per dirla con le stesse parole di Salvini per scovare «chi stava andando 50 metri più lontano da casa sua per far fare la pipì al cane». Cognigni non ha voluto fornire ulteriori informazioni sull’esito del servizio. Quante le multe fatte? E a chi? Di sicuro, però, stavolta il “suo capitano” l’avrebbe messo in panchina se solo avesse potuto.

(redazione CM)

 

 

 

 

drone

Civitanova, partiti i controlli col drone «Usato durante il sisma ora aiuta a far rispettare i decreti»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =