I saldi fanno sorridere Macerata,
valzer di attività in centro
Video-interviste ai commercianti

BILANCIO positivo a una settimana dall'inizio delle promozioni. La cioccolateria Marangoni si trasferisce in via Gramsci, in arrivo una vineria tra corso Matteotti e via Tommaso Laurii. Tante comunque le saracinesche abbassate
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
I commercianti del centro a Macerata fanno un primo bilancio dei saldi

 

 

saldi-a-macerata-00-650x433

I commercianti del centro storico e di corso Cavour a Macerata hanno tracciato il bilancio della prima settimana di saldi

 

di Alessandra Pierini (video Gabriele Censi)

La prima settimana di saldi non delude i commercianti di Macerata. Sia dentro le mura che nella limitrofa corso Cavour il flusso di clienti è stato buono e ha soddisfatto le attese. Intanto si ridefinisce la geografia delle attività, tra chiusure, aperture e trasferimenti. saldi-2-325x183Il centro storico presto guadagnerà in dolcezza con l’arrivo della cioccolateria Marangoni che si trasferirà da corso Cavour a via Gramsci. In arrivo anche una vineria tra corso Matteotti e via Tommaso Lauri. Attività che arricchiranno l’offerta food and beverage che sempre più sta caratterizzando il cuore della città. Chiuderà invece il bar Romcaffè come annunciato nelle scorse settimane dal gestore Paolo Tanoni. Non è felice la situazione dei negozi di abbigliamento. Dopo le chiusure di Max Mara e Max&co decise dalla casa madre dopo il pensionamento delle responsabili dei negozi, abbassa la serranda anche Twins ai Cancelli e non è stato risparmiato Amodo in fondo al corso che a ottobre si è trasferito a Civitanova. Restano i soliti locali sfitti, ormai alcuni cronicamente inutilizzati, soprattutto a causa del prezzo richiesto per la locazione.

Stefania-Meletani

Stefania Meletani

Ma i saldi hanno rivitalizzato anche i negozi. «C’è stato un buon flusso» spiega Stefania Camilli Meletani titolare di Meletani e Meletani Loft proprio a ridosso di piazza della Libertà. «I clienti tornano, molti anche da altre nazioni, magari hanno delle case in zona. Si dice che Macerata è penalizzata ma invece bisogna crederci» dice Aldo Di Pietro che con la famiglia gestisce diversi negozi nel cuore della città. E sempre a proposito di centro storico, suggerisce Emanuela Gatti di Sandra Intimo: «Coi saldi sta andando benino, ma in generale bisognerebbe trovare un sistema per far venire più gente possibile con qualche attrattiva in più». C’è anche chi ha atteso i saldi per acquistare l’oggetto del desiderio. «Molti sanno esattamente cosa vogliono – spiega Ludovica Mogetta di Bordi Calzature – e hanno aspettato per godere della promozione».
E se «la percentuale di sconto fa la differenza» come sottolinea Noemi Aquilanti di Seta Cruda, l’arrivo del freddo ha dato una bella spinta alle vendite. «La giubbetteria con i saldi va per la maggiore» sottolinea Gilberto Polacchi di Fantasia. Lo stesso vale per Valentina Mancuso di Chèrie: «Abbiamo venduto molti cappotti e capo spalla, con l’abbassarsi delle temperature molti hanno approfittato dei saldi. Comunque per noi qui in corso Cavour è cambiato tutto. C’è molto più movimento rispetto al centro».

 

I saldi partono in sordina a Civitanova, ma ok gli affari sotto Natale: «Capitale dello shopping nelle Marche»

Bar Romcaffè, ai saluti la storica gestione: «Con la chiusura alle auto non riusciamo più a lavorare»

Macerata, addio a Max Mara Giù le saracinesche dopo 25 anni

affittasi-2-650x366

affittasi

saldi-2-650x366

Gilberto-Polacchi

Emanuela-Gatti

Noemi-Aquilanti

Valentina-Mancuso

Aldo-Di-Pietro

Ludovica-Mogetta

Stefania-Meletani

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X