facebook twitter rss

Aato, 300mila euro di attivo
«Cercheremo di aiutare Civitanova»

BILANCIO - I conti dell'ente sorridono con un avanzo di gestione di centinaia di migliaia di euro: «Gestione solida, attenta agli equilibri e alla riduzione delle spese». Il presidente Francesco Fiordomo: «Mettiamo il cittadino sempre e comunque al primo posto»
lunedì 15 Aprile 2019 - Ore 19:44 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
521 Condivisioni

Francesco Fiordomo, sindaco di Recanati

 

L’Aato 3 chiude con un avanzo di amministrazione di 300mila euro. L’unità d’ambito ha approvato il bilancio consuntivo del 2018 che si è chiuso in attivo dopo la rimodulazione delle tariffe che ha comportato per Civitanova un incremento in bolletta che pesa per 1 milione e 400mila euro nel biennio 2018/2019. Due i provvedimenti presi nel corso dell’assemblea che si è chiusa con soddisfazione da parte dei vertici Aato: «un avanzo di amministrazione disponibile di più di 300mila euro che evidenzia una gestione solida, attenta agli equilibri di bilancio e alla riduzione delle spese, con una particolare attenzione alla comunicazione dell’importanza dell’acqua ai cittadini e alla tutela delle fasce più deboli. Una variazione di bilancio che è servita per finanziare nuove attività di investimento per i gestori del servizio e incrementare il budget di spesa per le attività di comunicazione dell’ente» si legge in una nota. Ma nel corso dell’assemblea si è discusso anche del caso Civitanova che in queste settimane ha tenuto banco e che ha scatenato i consumatori che stanno inviando centinaia di reclami, all’Atac e in seguito anche all’Arera. Su sollecitazione del rappresentante del Comune, i sindaci presenti e il presidente Francesco Fiordomo si sono detti disponibili a ricercare ulteriori soluzioni che verranno discusse nella prossima assemblea dell’ente. «Non sono mai voluto entrare nelle polemiche – dice Fiordomo – dove alcuni mi hanno tirato in ballo in modo del tutto strumentale e infondato perché il presidente non è altro che l’esecutore di quanto decide l’Assemblea dei sindaci con il sostegno dei tecnici. È comunque evidente lo spirito di squadra che abbiamo sempre avuto e il fatto che mettiamo il cittadino sempre e comunque al primo posto. Per questo, come da tempo tutti i Comuni aiutano la montagna, si cercherà di aiutare Civitanova, le famiglie e le attività che hanno avuto aumenti improvvisi e troppo consistenti. Il provvedimento però riguarderà tutto il territorio e qualora ci siano situazioni analoghe in altri Comuni si troverà il modo di aiutare. Per questo si stanziano i 300mila euro dell’avanzo di amministrazione, visto che la gestione dell’Aato 3 è virtuosa».

 

Salasso acqua a Civitanova «Avvieremo le conciliazioni»

Caro acqua, Acu: «Delibera da annullare» Ad un bar del centro bolletta di 3mila euro

Bollette dell’acqua salate, l’assemblea pubblica avvia raccolta firme

Stangata sull’acqua, l’opposizione: «Che sia l’Atac a farsi carico dei rincari»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X