Orrore in via Spalato,
«nulla di vero sui riti voodoo»

MACERATA - Gli inquirenti smentiscono le notizie che si sono diffuse in mattinata relativamente a pratiche che potrebbero essere connesse alla morte della 18enne Pamela Mastropietro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Omicidio di Pamela, nulla di vero sulle notizie che questa mattina sono circolate su alcuni giornali relativamente a riti voodoo che sarebbero stati fatti con parti del corpo della ragazza. Gli inquirenti smentiscono nel modo più assoluto una simile circostanza. La notizia ha preso spunto da un quotidiano nazionale che riferiva la mancanza di parti del corpo della ragazza (cuore e viscere, circostanza non confermata) e da qui, facendo uno più uno qualcuno ha iniziato a parlare di riti voodoo ela notizia è stata diffusa su facebook ed è circolata nei gruppi maceratesi. Circostanza questa che, dicono gli inquirenti, è del tutto priva di fondamenti. Le indagini sulla morte della 18enne intanto proseguono. Uno dei punti chiave è capire se il 29enne Innocent Oseghale, fermato per l’omicidio della giovane, sia stato aiutato da qualcuno o se abbia agito da solo. La ragazza, originaria di Roma, dopo essersi allontanata dalla comunità Pars di Corridonia lunedì ha raggiunto Macerata dove ha incontrato il nigeriano. Il corpo senza vita della giovane è stato trovato nelle campagne di Casette Verdini di Pollenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X