Sosta, “la fuga dei gialli” dal centro:
monta la protesta dei residenti

MACERATA A PIEDI - Con l'avvio della pedonalizzazione i residenti temono la perdita degli stalli riservati. Il consigliere di Forza Italia Andrea Marchiori critico sulla lettera recapitata ai possessori di permesso in zona A: " Si comunica l’aut aut, o pagate entro il 2 maggio o non potrete più sostare nelle zone limitrofe al centro. Decisione inspiegabile, odiosa anche per il metodo seguito"
- caricamento letture
Piazza-Libertà-Macerata_foto-LB-4-325x183

Dal 2 maggio accesso e sosta nella ztl saranno consentiti solo ai titolari di permesso

 

di Claudio Ricci

La pedonalizzazione viene al dunque e scatena l’ira dei residenti del centro storico che temono di ritrovarsi senza spazi riservati in cui parcheggiare. A suscitare la reazione dei titolari di permesso Zona A una lettera, recapitata ieri, in cui vengono spiegate le regole per l’accesso e la sosta in centro dopo il 2 maggio, data di entrata in vigore della sperimentazione della ztl h24 che durerà fino al 31 dicembre. Alla base delle proteste la perdita degli spazi gialli nel domino delle strisce gialle e delle strisce blu con piazza Vittorio Veneto destinata ad accogliere la sosta veloce durante la giornata e, solo nelle ore notturne, dedicata ai residenti. Anche in piazza Mazzini le perplessità hanno spinto alcuni cittadini a mobilitarsi per portare la protesta in Comune. Il timore è che i posti che verranno tolti dalla piazza non saranno rimpiazzati fuori dalle mura come invece assicurato dall’amministrazione.

Marchiori_Foto-LB

Il consigliere di Forza Italia Andrea Marchiori

Critico il consigliere di Forza Italia Andrea Marchiori: “In questi giorni è scattata la seconda fase della folle operazione: l’evacuazione dei residenti dal centro storico. I residenti, infatti, sino ad oggi, potevano sostare anche nelle aree delimitate da strisce blu attorno alle mura, dato che i posti ad essi riservati in centro non erano sufficienti a soddisfare la domanda. Dal 2 maggio per poter continuare ad usufruire di questa possibilità si dovrà pagare una quota aggiuntiva dell’abbonamento pari a 42 euro. In sostanza chi risiede al centro storico pagherà due abbonamenti oppure potrà tentare la sorte ogni volta che farà rientro a casa, sperando di trovare uno stallo libero. Una decisione veramente inspiegabile, odiosa anche per il metodo seguito”. Una comunicazione, quella recapitata ieri, che ha scatenato la reazione dei titolari di permesso Zona A che vedono ridursi il numero di spazi di sosta gialli (riservati) e il diritto di poter parcheggiare anche sulle strisce blu, a meno che non si acquisti un ulteriore abbonamento di 42 euro.

piazza-mazzini-macerata_foto-LB

Gli stalli gialli in piazza Mazzini diventeranno per la sosta a pagamento

Nella lettera, recapitata con soli 4 giorni lavorativi di anticipo – continua Marchiori – si comunica l’aut aut: o pagate entro il 2 maggio o non potrete più sostare nelle zone limitrofe al centro, per di più con un chiaro invito ad emigrare: ‘i titolari avranno la possibilità di recedere anticipatamente rispetto all’originario periodo annuale di validità, con conseguente e proporzionale rimborso della quota già corrisposta’. Secondo Marchiori solo l’ultima mossa di “un’ operazione complessa e coordinata che mira al raggiungimento di un duplice obiettivo: riempire la struttura ex ParkSì proponendo prezzi bassissimi e fare cassa altrove per ripianare il debito contratto. Macerata è divenuta una città a tariffa ora o frazione. Le conseguenze della scellerata acquisizione anticipata della gestione del ParkSì sono oramai sotto gli occhi di tutti e soprattutto nelle tasche dei maceratesi auto-muniti. Le tariffe negli stalli blu sono aumentate sensibilmente nelle aree di maggiore interesse ed i permessi baby sono stati praticamente soppressi. Contemporaneamente è stata attuata una ferrea repressione della sosta vietata nelle zone dove si è realizzata la cosiddetta rivoluzione della mobilità”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X