Civitanovese: sequestrato l’incasso
L’appello di Balboni agli imprenditori:
“Obiettivo finire il campionato”

CAOS ROSSOBLU - L'ufficiale giudiziario si è presentato allo stadio al termine dell'ultimo match. Oggi si è dimesso l'allenatore Roberto Cevoli. L'assessore allo Sport cerca un salvagente: "Chiedo alle forze imprenditoriali della città di aiutare la squadra". Il rischio è la radiazione, servono contributi per stipendi, affitto e trasferte
- caricamento letture
balboni-rosati

L’assessore Balboni e il direttore sportivo Gianni Rosati

 

di Laura Boccanera

Sequestrato l’incasso della partita di domenica scorsa della Civitanovese contro il Campobasso (leggi). L’ufficiale giudiziario ha sequestrato circa 900 euro di entrate del match. E’ un momento critico per la squadra della città. Oggi l’allenatore Roberto Cevoli ha dato le dimissioni ed il rischio di non finire il campionato e venire radiati è un’ipotesi che raggela tifosi e appassionati. Non ci sono i soldi neanche per le trasferte, tanto che l’assessore allo Sport Piergiorgio Balboni, insieme al direttore sportivo Gianni Rosati lanciano l’appello agli imprenditori locali. Un grido di aiuto con la speranza di traghettare la squadra fino al termine del campionato per poi cederne la proprietà con la gestione Cerolini ormai giunta al termine. 

Civitanovese-Monticelli-Ciro-6-400x267

Roberto Cevoli

«Dal 2012 abbiamo sempre seguito le vicissitudini della squadra e i momenti anche bui – ha detto Balboni – siamo di fronte ad un momento difficile. Chiamo all’appello le forze economiche della città. L’obiettivo è finire il campionato e salvare la serie D. Mancano sette partite, confido nel lavoro tecnico del direttore Rosati e spero che qualche imprenditore intervenga per chiudere un percorso. Poi occorrerà riunire i settori giovanili. Il modello deve essere quello di società virtuose che con piccoli budget riescono a stare in piedi e ottenere risultati». Più che una sponsorizzazione servono risorse per le spese vive, i compensi dei giocatori, gli affitti e le trasferte. «Finora siamo andati avanti con i contributi personali di pochi. Non finendo il campionato il rischio è la radiazione».

(servizio in aggiornamento)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X