Buonaiuto capocannoniere a sorpresa:
“La Maceratese non teme nessuno”

LEGA PRO - Il bomber dei biancorossi, nove gol in campionato, carica l'ambiente prima del doppio impegno casalingo (sabato alle 15 contro la Pistoiese e mercoledì prossimo col Prato). "Andare al riposo con risultati positivi sarebbe un grande salto in avanti per il rush finale. Le motivazioni non mancano e neanche il carattere: non ci tireremo indietro neanche questa volta"
- caricamento letture
Buonaiuto_Foto lB (2)

Cristian Buonaiuto, nove gol con la maglia della Maceratese

 

di Sara Santacchi

Entusiasmo alle stelle all’interno di uno spogliatoio ancora più rinvigorito dall’impresa con la Spal. E’ tornata ad allenarsi regolarmente la Maceratese dopo l’impresa di Ferrara, con la testa già rivolta alla prima delle due sfide casalinghe consecutive, quella di sabato alle 15 con la Pistoiese. Nel 4-1 che resterà alla storia, due sono state le reti messe a segno da Cristian Buonaiuto che, con la doppietta di domenica, ha raggiunto quota 9 gol stagionali, diventando anche il capocannoniere della squadra.

Buonaiuto, quante altre reti promette ai tifosi?

«Personalmente sono molto contento e spero di poter continuare così per essere sempre più utile alla squadra. Mancano otto partite e mi auguro di fare quanti più gol possibili. Certo, raggiungere la doppia cifra sarebbe già un buon traguardo. D’altra parte la cosa più importante resta sempre l’impresa compiuta dalla squadra, perché questa vittoria è stata fortemente voluta proprio dal gruppo».

E’ evidente che la Maceratese ha risposto con i fatti a qualche polemica sentita al di fuori?

«Assolutamente sì, ovvero nel modo che conta di più. Siamo una grande squadra e le chiacchiere lasciano il tempo che trovano: la cosa più importante è ciò che facciamo in campo e credo che nessuno possa dire nulla su quanto stiamo esprimendo in partita».

La maceratese esulta a Ferrara dopo il gol di Buonaiuto

La Maceratese esulta a Ferrara dopo il gol di Buonaiuto

La vittoria contro la Spal che cosa ha detto sulla Maceratese?

«Che possiamo giocarcela con chiunque e ovunque senza avere timori. Siamo riusciti ad andare a Ferrara prendendo a pallonate la capolista quindi dobbiamo credere ancora di più in quello che stiamo facendo».

Qual è l’obiettivo della Maceratese a questo punto: solo il mantenimento del terzo posto?

«E’ ovvio che ci proiettiamo in avanti cercando di guardare anche oltre. Intanto l’attuale posizione in classifica è già gratificante e ci consentirebbe di continuare ad inseguire un obiettivo molto ambizioso. Non guardiamo troppo avanti però e pensiamo gara dopo gara cercando di farle nostre tutte».

Sabato ci sarà la prima delle due gare consecutive in programma nel fortino Helvia Recina, contro la Pistoiese. Queste partite potranno essere un crocevia importante per il percorso biancorosso?

«Direi fondamentale, anche perché poi ci sarà la sosta quindi andare a riposo con risultati positivi sarebbe un grande salto in avanti per il rush finale. Le motivazioni non mancano e neanche il carattere come abbiamo sempre dimostrato: non ci tireremo indietro neanche questa volta».

In che modo affronterete la Pistoiese, avversario che occupa la stessa posizione in classifica di altre squadre che in passato vi hanno messo in difficoltà?

«Dovremo cercare di ripetere quanto fatto domenica. Se giochiamo così, non c’è squadra che dobbiamo temere».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X