I cinesi compreranno Macerata
al centro commerciale di Taicang

OCCHI A MANDORLA - Comune, Confindustria ed Ex.it hanno raccontato i risvolti della missione orientale. Nei piani dello scambio economico e culturale outlet con le tipicità del territorio, scambi tra scuole e società calcistiche e l'esportazione della lirica. Il sindaco Carancini: "Si stanno convertendo in una città giardino e guardano ai nostri risultati nelle classifiche nazionali"
- caricamento letture
macerata cina

Alferio Canesin, Su Sue, Romano Carancini e Dario Marcolini nel municipio di Macerata

 

Canesin_Passacantando_Monteverde_Carancini_Reschini

Alferio Canesin, Andrea Passacantando, Stefania Monteverde, Romano Carancini e Simona Reschini raccontano la spedizione a Taicang

 

di Claudio Ricci

Cultura, impresa, turismo e calcio. Quattro punti cardinali per tracciare la rotta per Taicang, fiorente porto industriale a 60 chilometri da Shangai nel sud della Cina. Ad imbastire quello che già si preannuncia come un fattivo interscambio che potrebbe portare benefici culturali a Macerata e provincia sono state l’amministrazione comunale, Confindustria ed Ex.it azienda speciale della Camera di Commercio. L’occasione: «Un viaggio nato da una casualità – spiega il sindaco Romano Carancini – grazie al rapporto di amicizia tra il responsabile dell’area Tecnica del Comune Dario Marcolini e Su Sue rampante manager originaria di Taicang innamorata di Macerata e della sua storia».

su sue

Il sindaco Romano Carancini omaggia la manager di Taicang Su Sue

Il rapporto Macerata-Taicang è già ben definito nei piani dei quadri dirigenti della città orientale. Il progetto è quello di realizzare oltre ad outlet, anche un grande centro commerciale che metta in vetrina nella ricca città (tra i 40 porti più importanti del mondo) tutte le tipicità del territorio maceratese. «Una missione che è un investimento sul lungo periodo come possono esserlo strade e scuole – ha sottolineato l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde, membro della spedizione – Le spese sono state coperte al 70% da Taicang. Noi abbiamo pagato solo la trasferta».

stefania monteverde

L’assessore alla Cultura Stefania Monteverde durante il viaggio in Cina

«Crediamo che gli orizzonti di questo rapporto potranno essere positivi – ha continuato Carancini –  Ad aprile una delegazione di Taicang farà visita a Macerata e alla provincia. Dopo il boom economico si sono trovati a scegliere se ripensarsi in termini di qualità della vita. Nel loro museo del futuro abbiamo visto il modello di città che immaginano tra 10 anni. Vogliono costruire una città-giardino alternativa alla vicina Shangai. E in questo si sono dimostrati particolarmente interessati al nostro modello e ai nostri primati nazionale nell’ecosistema urbano e nella qualità della vita. A luglio il sindaco Shen Me ha espresso l’intenzione di venire a trovarci in occasione della stagione lirica». Un’operazione che l’amministrazione spera possa portare i buoni frutti raggiunti nell’internazionalizzazione avviata con la Russia per lo Sferisterio e promosso con i video del contest “I love Macerata” organizzato da Cm Comunicazione con il patrocinio del Comune (guarda il video). Oltre a scambi interculturali tra le scuole e a pacchetti turistici incentrati su Macerata proprio la lirica farà la parte del leone sul piano culturale.

taicang 6

L’incontro isituzionale, al centro i sindaci Romano Carancini e Shen Mi

taicang 7

L’assessore Stefania Monteverde sottoscrive il patto con la collega cinese Lu Yan

 

«L’obiettivo è quello di esportare le produzioni dello Sferisterio a Taicang e viceversa accogliere qui i loro spettacoli – precisa Monteverde – Un tema che tra l’altro si lega perfettamente alla stagione lirica 2017 intitolata all’Oriente». Alle basi del rapporto anche lo sport: «Hanno una passione particolare per il calcio italiano. Il loro obiettivo è educare i giovani a questo sport realizzando nei prossimi anni 30mila nuove società sportive a livello nazionale. Solo Taicang conta 1.200 iscritti a società calcistiche. Lo scopo è fare esperienze con allenatori italiani e magari maceratesi nella loro città. Con la Robur stiamo lavorando per ospitare dei ragazzi per un campus quest’estate».

taicang 5

Pranzo diplomatico il sindaco Carancini siede al fianco di Su Sue

Nella valigia della spedizione maceratese anche prodotti di pelletteria, artigianato locale, olio, biologici e vino. «Abbiamo incontrato i direttori del settore commerciale del Comune – racconta Simona Reschini, presidente di Confindustria giovani Macerata – Sono interessati alla costruzione di outlet, e-commerce e alla costruzione di un centro di distribuzione in cui i prodotti italiani e in primis quelli del maceratese possano inserirsi». «Macerata ha conquistato Taicang – commenta il vice presidente di Ex.it Andrea Passacantando – anche per il settore agroalimentare. Abbiamo parlato di brand e target di consumatori presentando concretamente i nostri prodotti come olio vino e biologici promuovendo il territorio nella sua totalità».

Marcolini

Il responsabile dell’area tecnica Dario Marcolini grazie a cui si è creata l’opportunità dell’incontro

taicang

Uno scorcio di Taicang

taicang 2

La partita di calcetto tra Macerata e Taicang

taicang 4

La proiezione dei video promozionali di Macerata



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X