Addio a Marco Massetani,
“l’architetto guerriero”

MACERATA - Si è spento a 49 anni nella clinica svizzera di Valens. Lo ricorda Giulia Casaburi, terapista che lo segue da 20 anni: "Non si è mai pianto addosso, ha sempre preso tutto quel che poteva"
- caricamento letture
Giorgio Massetani con la sua cara Alina e Jenny

Marco Massetani con la sua cara Alina e Jenny

 

di Alessandra Pierini

«Lo squalo nuota libero nei grandi oceani». Queste poche parole racchiudono il senso della vita di Marco Massetani, 49 anni, architetto, molto conosciuto a Macerata, morto questa mattina nella clinica svizzera di Valens.
Iniziata la carriera di architetto, venti anni fa in seguito a un incidente, le sue capacità motorie si sono sensibilmente ridotte ma questo non ha scalfito la sua voglia di conoscere e seguire le sue passioni. «Ha preso tutto ciò che poteva – racconta Giulia Casaburi, la sua terapista di sempre – non si è mai pianto addosso, ha sempre avuto tanta voglia di vivere e continuare a conoscere. Ha aggredito la vita, è sempre stato un guerriero, non si è mai abbattuto, ha sempre avuto la possibilità di fare quel che voleva fare, grazie alla famiglia dalla quale ha sempre avuto il meglio».
Negli ultimi venti anni ha continuato a viaggiare, a fare il bagno in mare (era stato un sub) e a interessarsi agli oceani e alla fauna marina che tanto lo affascinava da diventare protagonista dei quadri che amava dipingere: «Aveva la vena artistica del nonno (Lamberto Massetani), ritraeva pesci e squali e raffigurava anche le persone come pesci».
Massetani lavorava al Comune di Macerata con un progetto, aveva tantissimi amici e sapeva affascinare: «Era una persona ironica, che sapeva ridere di sé – prosegue la terapista – aveva tutti i vizi e pur rispettando le regole, odiava le convenzioni. Era una persona molto speciale, mi mancherà molto».
Dopo un lungo ricovero all’ospedale di Macerata, Massetani è stato trasferito nella clinica svizzera. Lo hanno accompagnato la mamma Anna Telloni Massetani e le sorelle Marta, Cecilia e la sua cara Alina che lo riporteranno a casa martedì.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X