Deborah Pantana:
“Ho l’ok di Dante Ferretti
per il rilancio culturale della città”

MACERATA VERSO LE ELEZIONI - La candidata sindaco del centrodestra annuncia la promessa di collaborazione del tre volte premio Oscar per "un progetto ambizioso". Sostegno dall'onorevole Olimpia Tarzia sulla famiglia. Gli interventi di Conti e Antolini
- caricamento letture
Pantana_foto LB (3)

Deborah Pantana ha annunciato la collaborazione con Dante Ferretti

 

di Claudio Ricci

«Dopo Antonio Tajani, assessore volontario alle Politiche Europee, il sostegno dell’onorevole Olimpia Tarzia per la Famiglia, Dante Ferretti mi ha offerto la sua collaborazione per il rilancio culturale e turistico della città». A 24 ore dalla chiusura della campagna elettorale la candidata sindaco di centrodestra Deborah Pantana sfodera “l’Oscar”. «Dopo più di un anno che mi sento con Ferretti chiedendogli una collaborazione per un progetto sulla cultura della città mi ha risposto in questi ultimi giorni con una lettera in cui mi offre la sua consulenza a titolo gratuito e senza colore politico». Pantana, nel corso di una conferenza stampa, ha letto la lettera che ha ricevuto da Dante Ferretti: “Amando molto la mia città, sono contento che una candidata sindaco, Deborah Pantana, mi abbia contattato per programmare insieme un rilancio culturale e turistico di Macerata. Offro volentieri a lei la mia disponibilità per una consulenza, per motivi che nulla hanno a che fare con i colori politici, ma perché è stata la prima e l’unica sinora, tra i nove candidati, ad avermi contattato. Il progetto è ambizioso, tante le proposte di cui si è discusso, con l’obiettivo principale di fare di Macerata una città “firmata”, una piccola Cinecittà, col concorso indispensabile di Accademia, Sferisterio e Università”.

Dante Ferretti, scenografo tre volte premio Oscar

Dante Ferretti, lo scenografo maceratese tre volte premio Oscar

Quindi la candidata svela i particolari del progetto a cui sta lavorando con lo scenegrafo tre volte premio Oscar: «L’idea è quella di creare un grande precorso per i turisti che arrivano in città partendo dal gioiello dello Sferisterio, passando per sede vescovile, piazza della Libertà, palazzo Ricci e arrivando infine al monumento ai Caduti. E’ un’opportunità importante anche per le prospettive lavorative che si possono creare. Fare di questo progetto un’opportunità per i giovani è ciò che più mi sta  Ferretti è un’illustre concittadino fin troppo snobbato dalle amministrazioni comunali presenti e passate. Basti pensare che quando curò la Carmen allo Sferisterio dovette pagare l’albergo di tasca sua che non aveva neanche voluto il cachet. Come Rimini è la città di Fellini, Macerata può e deve diventare la città di Dante Ferretti, stella di prima grandezza del cinema mondiale che deve risplendere in ogni angolo cittadino. Questa collaborazione di prestigioso livello porterà un considerevole ritorno economico alla città e il flusso turistico potrà finalmente essere incrementato, e decollare a livello nazionale e internazionale».

***

Deborah Pantana con l'onorevole Olimpia Tarzia durante una visita a Macerata negli anni scorsi

Deborah Pantana con l’onorevole Olimpia Tarzia durante una visita a Macerata negli anni scorsi

La nota dell’onorevole Olimpia Tarzia, presidente del Movimento PER Politica Etica Responsabilità: “La subdola propaganda riguardo l’ideologia del gender imposta dal sindaco uscente di Macerata negli ambiti più delicati, come l’istruzione e l’educazione nel sistema scolastico, purtroppo sta diventando una brutta prassi anche all’interno dell’azione politica nazionale. Occorre con urgenza, quindi, mettere un freno al dilagante ‘colonialismo ideologico’ che orienta l’attenzione verso la cultura di genere, ma non per sottolineare le problematiche della condizione femminile, bensì per assecondare il mondo Lgbt. Non possiamo rimanere indifferenti di fronte ai tentativi di alterare profondamente la visione della persona, della famiglia, della società nella quale dovranno crescere i nostri figli. Le prossime elezioni amministrative rappresentano una grande opportunità per cambiare rotta partendo dal territorio, al fine di contrastare, anche a livello nazionale, l’imperante relativismo etico che sta investendo la nostra società e a rafforzare politiche a tutela sociale della maternità e della famiglia costituzionale: il vero soggetto discriminato ed ideologicamente aggredito. Mi auguro, quindi, che Macerata scelga di liberarsi di una Giunta che impone visioni contrarie al diritto naturale e all’etica della vita e scelga di stare dalla parte della famiglia, degli anziani, dei disabili, dei giovani, votando la referente per le Marche del Movimento PER, Deborah Pantana, con la quale ho condiviso in tutta Italia numerose battaglie per una politica basata sui diritti umani, sui principi non negoziabili, in sintonia con la dottrina sociale della chiesa”.

**

 

Fabio Massimo Conti

Fabio Massimo Conti

Da Fabio Massimo Conti capolista di Tradizione e Futuro-Alleanza per Macerata riceviamo:

«Il miglioramento dei livelli e dei sistemi di sicurezza di Macerata e dei maceratesi è tema prioritario nel  programma elettorale di Deborah Pantana (che mette al centro il valore della persona e la famiglia)  e della   lista Tradizione e Futuro-Alleanza per Macerata. È sotto gli occhi di tutti come purtroppo, in questi ultimi   anni, la “percezione della sicurezza” da parte dei cittadini sia calata vistosamente. Ma all’aumento di atti di   criminalità importanti in molte aree della città e alla crescita esponenziale della microcriminalità ha   corrisposto una totale mancanza di riscontri da parte dell’amministrazione uscente. Uno degli argomenti   più caldi, che tocca direttamente tutti i cittadini, è il flusso in costante aumento degli extracomunitari in   arrivo, che impone un’attenta riflessione e una seria programmazione al fine di favorire l’integrazione, di   garantire una tranquilla reciproca convivenza e, soprattutto, di garantire la sicurezza dei maceratesi.   Profondamente convinti che alla base della sicurezza ci debba essere una capillare attività di prevenzione,   stiamo già lavorando in questa direzione, e proprio in quest’ottica abbiamo inviato ieri una lettera al   Prefetto di Macerata Pietro Giardina con la richiesta di una informativa sul numero di cittadini   extracomunitari in arrivo per il 2015 e di quelli già residenti sul territorio comunale.  Infine, ritengo sia pienamente condivisibile l’appello lanciato dalla candidata del Movimento 5 Stelle Carla   Messi di votare persone serie e oneste, e mi auguro per il bene della nostra città che i maceratesi scelgano   di eleggere in consiglio comunale, a prescindere dallo schieramento politico di riferimento, facce nuove e   soprattutto persone credibili e competenti».

***

Arrigo_Antolini

Arrigo Antolini, candidato con Tradizione Futuro-Alleanza per Macerata

Da Arrigo Antolini, candidato con Tradizione Futuro-Alleanza per Macerata riceviamo:

Macerata e’ una citta’ sventurata, come diceva Pier Paolo Pasolini riferendosi pero’ all’Italia , una citta’ piu’  fortunata di questa avrebbe meritato un’altra classe politica.   Una classe politica che dopo aver svolto  meta’  del suo mandato,  si accorge di non aver realizzato  quasi   nessuno dei  punti del  suo programma,  doveva lasciar perdere, chiudere tutto e andare a casa,  dicendo  alla citta’:  “noi andiamo a fare un altro lavoro e ci rimettiamo sullo stesso piano di voi cittadini”.  Secondo me, e’ troppo facile comandare e non amministrare, quando  invece questa citta’ ha   assolutamente bisogno di essere amministrata e non comandata.  Non sto parlando di soldi, non è che andando a casa una Amministrazione si risanano le cose ma  certamente  questa amministrazione che sta per decadere, ha fatto e fa ancora fatica a dare l’esempio di   come si deve seriamente governare una citta’ .  In questo ultimo periodo di primarie, leggendo i giornali, uscivo di casa e  andavo ad   ffrontare la giornata  avvilito e già sconfitto. Povera Macerata!  Li ho visti litigare quasi sempre  per beghe di cortile, per poltrone, le loro, per la difesa dell’orticello.  Non mi stanchero’ di ripetere che invece di intrallazzare, litigare, questa citta’ ha bisogno fortemente,  rapidamente, urgentemente , di una nuova classe politica che capisca la differenza tra amministrare e  comandare,  persone alle quali daremo il nostro voto  solo perche’ facciano il nostro bene  e quello    superiore della citta’.  E perché ogni mattina non sia una sconfitta, gli eletti dovranno essere migliori di noi, incorruttibili e  d’esempio per la città’.  Io sogno il cambiamento in questa  nostra Macerata , finalmente un centrodestra messo alla prova e pronto  a governare con efficienza e serietà, senza inciuci e senza liti .  Questa città non ha piu’ bisogno della sinistra alla quale dobbiamo dare un forte segnale di “ Benservito”.  Abbiamo veramente bisogno che si vada verso persone come dicevo migliori, che diano,  in giro per le  nostre piazze, per le nostre strade e nelle nostre case, un po’ a tutti , aiuto, serenita’ e lavoro .

 

Articoli correlati

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X