Choc per il regista Rodolfo Craia
Muore a 38 anni la figlia Irene

MACERATA - Madre di due bambini, è deceduta all'ospedale di Livorno dove era ricoverata a seguito di una malattia. In città era legata al gruppo dei Salesiani. Lascia anche la madre Rossella Pigliapoco, insegnante. Il padre: «Comunicava gioia e felicità a tutti»
- caricamento letture
Irene Craia

Irene Craia (foto concessa da Il Tirreno)

di Marina Verdenelli

Muore a 38 anni la figlia del regista Rodolfo Craia, Irene. Mamma di due bambini era conosciuta a Macerata, sua città di origine, dove si era formata nella scuola di danza di Caterina Ricci. L’11 aprile avrebbe compiuto 39 anni. Uno choc per il capoluogo di provincia dove la notizia oggi si è diffusa toccando gli ambienti teatrali legati al padre, un nome storico dello Sferisterio. Sposata con il direttore della testata on line Greenreport.it Alessandro Farulli viveva da anni in Toscana, a Castiglioncello, in provincia di Livorno. «Il dolore è troppo grande – commenta il padre Rodolfo Craia – Irene aveva tutta la vita davanti. Comunicava gioia e felicità a tutti. Una figlia sempre attenta e impegnata nel sociale. Amava il teatro e la danza, un amore che credo di avergli tramandato perché fin da piccola la portavo con me in tournèe e conosceva a memoria tutti gli spettacoli che facevo. A Pasqua volevo andare a trovarla». A strappare la vita della 38enne è stata una malattia contro la quale ha cercato di lottare e confidata a pochi strettissimi amici. «A Natale era tornata a Macerata – continua il padre – era venuta a trovare una nonna e degli amici con i quali non ha fatto trapelare nulla». Il bimbo più grande ha sei anni, il più piccolo nemmeno 3.

Rodolfo Craia

Rodolfo Craia

Laureata all’università di Bologna in Lingue Moderne aveva conosciuti il marito durante gli studi lasciando presto Macerata dove risiede anche la madre, Rossella Pigliapoco, insegnante. Craia è deceduta domenica all’ospedale di Livorno. Fino a quando le forze glielo hanno permesso ha lavorato al Csa, il centro di studi aziendali di Livorno che si occupa di certificazioni di qualità e adeguamenti normativi occupandosi dell’area risorse umane e ricerca e sviluppo. Fino al 2006 aveva seguito gli aspetti della comunicazione al porto di Marina di Cala dè Medici di Rosignano. Da sette anni abitava a Castiglioncello con la sua famiglia. A Macerata era legate al gruppo corale Pueri Cantores e ai Salesiani. Il funerale è stato celebrato oggi pomeriggio a Livorno, nella chiesa della Sacra Famiglia. Per domenica il gruppo dei Salesiani insieme ai Pueri Cantores hanno organizzato una messa per ricordarla a Macerata e che verrà celebrata o nella chiesa del Sacro Cuore o direttamente ai Salesiani. Il luogo e l’orario sono da definire.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X