D’Alessandro: “Maurizio Mosca
è il miglior candidato sindaco
per una coalizione civica di centro”

VERSO LE ELEZIONI - Il capogruppo di Macerata è nel Cuore annuncia il suo sostegno all'ex presidente della Maceratese. Ricostituito il tavolo di lavoro tra le forze di centrodestra
- caricamento letture
Francesca D'Alessandro, capogruppo di Macerata è nel Cuore

Francesca D’Alessandro, capogruppo di Macerata è nel Cuore

Riunione ieri sera del tavolo delle forze alternative al centrosinistra, ricostituito dopo l’appello dell’ex sindaco Anna Menghi di rimettersi al lavoro per trovare un percorso condiviso vista la mancata unitarietà sul nome di Deborah Pantana (leggi l’articolo). Erano presenti il consigliere comunale Claudio Carbonari (Fratelli d’Italia), Milco Mariani (ex assessore provinciale e coordinatore comunale della Lega Nord), Barbara Arzilli (coordinatrice comunale di Ncd), Lorena Polidori (segretaria provinciale di Forza Italia) oltre ai rappresentanti delle tre liste civiche di opposizione: la stessa Anna Menghi, Francesca D’Alessandro per Macerata è nel Cuore e Giorgio Ballesi. A parte quest’ultimo, che non ha ancora deciso da che parte stare, c’è stata la volontà comune di accelerare i tempi per proporre un’aggregazione ampia alternativa al centrosinistra. Assente il consigliere comunale Fabio Massimo Conti che negli ultimi si è avvicinato a Deborah Pantana.

Maurizio Mosca

Maurizio Mosca

Oltre alla Polidori e alla Arzilli anche altri sembrano gradire la figura di Maurizio Mosca che in questi giorni ha annunciato la sua candidatura a sindaco (leggi l’articolo). Tra questi c’è Francesca D’Alessandro, capogruppo di Macerata è nel cuore, che fino ad oggi non aveva preso posizione. “Quella di Mosca per me è un’ottima candidatura – dice – Lo vediamo come un uomo del fare e non del dire. E’ una persona genuina che non parla in politichese e dice pane al pane e vino al vino. Un uomo apprezzato per le tante cose fatte a Macerata. Viene dalla società civile e nella sua esperienza in maggioranza con la Giunta Meschini (dal 2005 al 2010) è stato sempre critico con l’operato del centrosinistra. Ed oggi è uno dei più severi oppositori dell’operato della Giunta Carancini. Basta leggere le sue dichiarazioni, molto più dure ed efficaci rispetto a quelle di alcuni che hanno fatto opposizione da tanti anni. Mosca non rappresenta nessun partito – prosegue Francesca D’Alessandro – e rispecchia il vero civismo e non quello camuffato nelle liste civetta che sono nate negli ultimi mesi. Io da cattolica mi aspetto un sindaco che rappresenti l’area moderata della città e Mosca è un vero uomo di centro. Gli accordi con Casa Pound e l’estrema destra non fanno per noi”.

(m .z.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X