Lube ko a Perugia
Scudetto di nuovo in bilico

LA FINALISSIMA, GARA 2 - I biancorossi perdono al tie break dopo esser stati avanti 2-1. Umbri trascinati dal fenomeno Atanasjevic, autore di 27 punti. Dagli spalti "messaggi d'amore" dal sindaco di Macerata Romano Carancini. Giovedì a Osimo si torna in campo per Gara 3
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Perugia-Lube (1)

I tifosi della Lube al Pala Evangelisti di Perugia

di Andrea Busiello

Perugia-Lube (2)

Un attacco del serbo Petric

La battaglia del Pala Evangelisti premia Perugia. C’è voluto un altro tie break per decretare la formazione vincitrice della seconda sfida della finale Scudetto. E questa volta sono gli umbri, come successo a parti invertite nella prima partita, a vincere in rimonta. La Lube, avanti 2-1, non è riuscita a sferrare il colpo del ko e gli umbri, trascinati dal solito irrestistibile Alexander Atanasjevic hanno vinto al 5° set (25-23, 21-25, 23-25, 25-20, 15-12). Un’altra battaglia di nervi, dove Atanasjevic da una parte (27 punti) e Zaytsev dall’altra (23 punti) hanno fatto di tutto per permettere alla propria squadra di vincere il confronto. La contesa è ora rimandata a Gara 3, in programma giovedì 1° maggio a Osimo alle 17.30. Per quanto visto nelle prime due partite, giocate ad alto livello da entrambe, il risultato di parità sembra essere il più giusto.

LA CRONACA – Al Pala Evangelisti c’era anche il primo cittadino di Macerata, Romano Carancini. E proprio il Sindaco, attraverso una frase sul proprio profilo Facebook dimostra il suo attaccamento alla squadra: “Biancorossi…Colori strepitosi al Pala Evangelisti…Forza Lube”. Riaccendendo, di fatto, la querelle relativa ai colori che la Lube sceglierà nella prossima stagione, quando giocherà a Civitanova. Passando alla partita, Macerata scende in campo con Baranowicz-Zaytsev, Parodi e Kurek, Stankovic e Podrascanin con henno nel ruolo di libero. Perugia scende in campo con Paolucci-Atanasjevic, Petric-Vujevic, Buti-Barone e Giovi libero. L’errore di Baranowicz porta Perugia avanti 7-5 in avvio ed è il bel muro di Barone su Kurek a portare gli umbri avanti 12-9 al time out tecnico. Ed è ancora Barone a metter le ali a Perugia: 15-10. Il muro di Kurek su Atanasjevic ristabilisce la parità a quota 19. L’ultimo punto del set è del solito Atanasjevic: 25-23 Perugia. L’avvio di secondo set è di marca Lube con Stankovic a bersaglio per il 10-7. Podrascanin dal centro firma il 17-14 e l’errore di Atanasjevic al servizio consegna il set a Macerata con il punteggio di 25 a 21. Grandissimo equilibrio in avvio di terzo set: Atanasjevic trova il diagonale del 10-10.

Perugia-Lube (3)

Il muro di Zaytsev

L’ace di Buti sempre chiduere il set (20-17) ma la Lube proprio nel rush finale mette la freccia e con Stankovic chiude il parziale 25-23. Il muro di Vujevic permette a Perugia di andare al time out tecnico avanti 12-11 nel quarto set. Il vantaggio aumenta (19-17) dopo l’errore al servizio di Stankovic. Il finale di set è umbro: 25-20 e tie break, come in occasione di Gara 1. Fantastico lo scambio del 3-2 con il colpo di Atanasjevic: azione lunghissima e tutto il Pala Evangelisti in piedi. Vujevic a segno per l’8-5 e si va al cambio di campo. Atanasjevic 13-11, Petric chiude il match: 15-12 e 1-1 nella serie.

Il tabellino
SIR SAFETY PERUGIA: Buti 7, Paolucci, Petric 20, Della Corte n.e., Giovi (L1), Cupkovic 1, Barone 5, Della Lunga 1, Mitic 1, Vujevic 8, Atanasijevic 27, Fanuli (L2), Semenzato1. All. Kovac.
CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Henno (L), Parodi 12, Zaytsev 23, Stankovic 8, Patriarca n.e., Kovar 10, Monopoli 1, Giombini, Kurek 15, Baranowicz 3, Podrascanin 9. All. Giuliani.
ARBITRI: Sobrero (SV) – Gnani (FE).
PARZIALI: 25-23 (33’), 21-25 (28’), 23-25 (36’), 25-19 (26’), 15-12 (23’).
NOTE: Spettatori 5000. Perugia bs 11, ace 7, muri 10, errori 8, ricezione 48% (23% prf), attacco 50%. Lube bs 22, ace 9, muri 6, errori 12, ricezione 45% (20% prf), attacco 51%.

Perugia-Lube (4)

L’attacco di Zaytsev

PERUGIA-LUBE, LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

ALBERTO GIULIANI: “Una bella gara, dove tutto il pubblico presente qui a Perugia si è divertito. E’ stata una partita di livello, abbiamo sbagliato un po’ troppo in alcune situazioni, soprattutto siamo stati poco precisi e concreti a muro su Atanasijevic, e questo ha permesso ai nostri avversari di restare in gara. Inoltre abbiamo commesso più errori del solito in battuta: dobbiamo lavorare su questi aspetti. Ho ruotato molto gli schiacciatori di posto quattro, sfruttando tutta la rosa a disposizione, è naturale e normale quando si hanno a disposizione tre attaccanti come i nostri. Ora dobbiamo assolutamente ricaricare le batterie per Gara 3 di giovedì a Osimo, dimenticando questa Gara 2 e ricominciando da zero”.

JIRI KOVAR: “Nel quarto set, avanti 2-1, abbiamo avuto l’opportunità di chiudere la gara ma non l’abbiamo sfruttata. Siamo in parità nella serie, e adesso si ripartirà da Gara 3 in casa nostra: sappiamo che loro possono metterci in difficoltà perché sono una squadra buona, molto equilibrata, con giocatori sbagliano poco. E noi per vincere dovremo cercare di sbagliare meno di loro. Da domani inizieremo a preparare al meglio gara 3 di giovedì, dimenticando velocemente la sconfitta di stasera”.

Perugia-Lube (5)

La parallela di Kurek

SIMONE PARODI: “C’è un po’ di rammarico per il risultato finale, pur non giocando al meglio siamo riusciti a trovarci avanti sul 2-1 e a recuperare lo svantaggio a metà del tie break. Devo fare tanti complimenti a Perugia, sta giocando un’ottima pallavolo e per vincere dovremo tirare fuori tutto quello che abbiamo. Sappiamo di avere davanti un avversario molto forte, merito a loro per questa vittoria. Ora pensiamo solo a Gara 3, sarà una partita entusiasmante di fronte ad un pubblico fantastico”.

HUBERT HENNO: “Stasera ci è mancato un pizzico di lucidità. Perugia gioca davvero bene, ma dobbiamo rifarci in Gara 3, in un Pala Baldinelli tutto esaurito. Fermare gli attaccanti principali, Atanasijevic e Petric, sarà il primo obiettivo. Ripeto, ora dobbiamo ripartire con il piede giusto in casa nostra giovedì prossimo”.

Foto di Maurizio Spalvieri

Perugia-Lube (6)

Il colpo di Atanasjevic

  Perugia-Lube (7) Perugia-Lube (8)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X