Lube-Perugia, gara speciale
per Podrascanin
“Emozionante giocare contro tanti amici”

VOLLEY - Il centrale serbo: "Ritroverò da avversari tantissimi compagni di Nazionale. Pensate che molti di loro il prossimo 25 maggio saranno presenti al mio matrimonio, a Novi Sad. Loro sono una squadra forte, sarà decisivo vincere la prima partita"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il centrale della Lube Marko Podrascanin

Il centrale della Lube Marko Podrascanin

Lube-Sir Safety Perugia sarà una sfida speciale a prescindere: perché in palio c’è uno scudetto, e scusate se poco. Ma per Marko Podrascanin ed il suo compagno di reparto Dragan Stankovic lo sarà ancor di più visti i tanti connazionali (amici) che si ritroveranno dall’altra parte della rete in ogni sfida della serie. Sono ben sei, considerando pure il tecnico avversario Boban Kovac, addirittura sette se ci mettiamo dentro anche Goran Vujevic, montenegrino che fino a pochi anni fa aveva scritto anche Serbia sul suo passaporto. “In questa sfida – dice il centrale della Lube Marko Podrascanin – ritroverò da avversari tantissimi compagni di Nazionale che sono anche degli amici. Pensate che molti di loro il prossimo 25 maggio saranno presenti al mio matrimonio, a Novi Sad. Sono quindi amici anche fuori dal campo, ma nelle prossime partite certi sentimenti che ci legano li lasceremo sicuramente da parte. C’è comunque grande fair play e amicizia tra noi, loro hanno fatto i complimenti a me e Stankovic dopo la qualificazione ottenuta con Modena, ed io li ho chiamati al telefono ieri sera. Insomma, baci e abbracci prima e dopo le varie partite, ma dentro al campo sarà battaglia vera”. Per il centrale biancorosso, la qualificazione della Sir Safety alla finale non è stata una sorpresa. “Mi aspettavo di poter trovare Perugia in finale – dice Podrascanin – e questo alla luce delle prestazioni che la squadra umbra è stata capace di sfoderare in questi play off. Ma posso anche dire che è stata un po’ una sorpresa, visto che ad inizio stagione, vedendo la squadra di Perugia sulla carta, in pochi si sarebbero aspettati questo risultato. Ora abbiamo finalmente un avversario da studiare, per preparare al meglio l’esordio di giovedì a Osimo in gara 1. Dobbiamo pensare soprattutto al nostro gioco: finora abbiamo tenuto sempre un livello molto alto, e dovremo ricominciare subito a giocare così. Gara 1 della finale, infatti, credo sia la più importante della serie: se riusciremo ad andare sull’1-0 la pressione si sposterà in gran parte su Perugia, che in gara 2 dovrà per forza vincere davanti al suo pubblico. Pensiamo, però, ad una partita per volta. Troveremo un avversario forte, che sbaglia poco e sa prendersi i giusti rischi in contrattacco: un sistema di gioco che si è rivelato vincente, grazie anche ad una battuta efficace, sia float che in salto.
Noi veniamo da dieci giorni senza partite ufficiali giocate, ma sono stati importanti perché ci hanno permesso di riposare bene. Inoltre buone sensazioni sono arrivate dall’amichevole disputata sabato scorso ad Osimo con Ravenna. Giocheremo per lo scudetto, e questo pensiero basta da solo a regalare la spinta giusta per rendere al massimo. Questo momento lo aspettiamo dall’inizio della stagione, e non vedo l’ora di cominciare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X