Meschini bacchetta l’Idv:
“Non rinnoverò la tessera”

Il consigliere maceratese riprende il direttivo del suo partito per la campagna contro la candidatura di Silenzi a Civitanova e commenta il rinvio a giudizio dell'assessore provinciale Giovanni Torresi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
giuliano-meschini

Giuliano Meschini, consigliere comunale dell'Idv

Mentre il centro sinistra civitanovese si avvia alle primarie,  l’Idv porta avanti l’idea di un’alternativa a Silenzi, Giuliano Meschini consigliere comunale dell’Idv a Macerata attacca i suoi e minaccia di non rinnovare la tessera del partito.
«Non credo che questa sia la “politica” e la “democrazia” che interessa ai cittadini. Ormai già da oltre cinque mesi si sono susseguiti in modo martellante comunicati stampa e dichiarazioni giornalistiche contro la candidatura di Silenzi alle prossime comunali di Civitanova Marche. A dire il vero è stata un’azione preventiva, perché ancora Silenzi non ha formalizzato la sua candidatura.

Sono contrario a questo metodo di attacchi alla persona invece di discutere dei programmi delle cose da fare per il bene dei cittadini.
Ognuno è libero di candidarsi o meno, questa è la democrazia, soprattutto se dovesse passare attraverso la scelta delle primarie, salvo motivazioni di legalità, ma queste andrebbero denunciate alla magistratura.
Avvelenare il clima all’interno della sinistra, tra l’altro, non fa altro che favorire la destra.
Ma questo sembra non interessare, quello che conta è distruggere politicamente Silenzi. Anzi a questo punto una sconfitta elettorale di Silenzi si direbbe auspicata. Cosa c’è sotto? Forse un accordo sottobanco tra noti politici? Distruggere Silenzi è un piano premeditato? Da chi? Metterlo fuori gioco nelle prossime scadenze elettorali delle politiche o delle regionali a chi serve?
Il teatrino della brutta politica non finisce mai di stupirci.
Vedremo ora come si comporterà il presidente della provincia di Macerata Pettinari con l’assessore Torresi, ora che è stato rinviato a giudizio. Ritengo gravi i fatti contestati a Torresi nel rinvio a giudizio. Che farà Pettinari se l’assessore Torresi non si dimette? La giunta provinciale si può permettere di avere un inquisito? Altrimenti mi sorgerebbero forti dubbi di eventuali inciuci politici.
Sarà da vedere, per capirci di più, cosa c’è dietro?
In base a queste considerazioni probabilmente non rinnoverò la tessera al partito IDV, perché deluso dai comportamenti degli esponenti più in vista che dovrebbero fare la buona politica del bene comune invece di qualcos’altro».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X