La pista da sci “inforca”,
impianto cancellato dalla giunta:
«A Fontescodella c’è un bosco»

MACERATA - Depennata con una delibera approvata nell'ultima riunione dell'esecutivo, meglio una pista da skiroll. Il motivo? Danneggia il verde, mentre non ci sarebbero problemi per il cemento di palestre e ristoranti inseriti nello stesso piano

- caricamento letture

pista-da-sci-sintetica

di Luca Patrassi

La pista da sci, nuova e ultima puntata. A meno che, visto il successo mediatico dell’argomento, l’Amministrazione comunale non affidi un incarico professionale per la sceneggiatura della seconda serie.

Ieri la giunta comunale, in una seduta mixata – tra presenti, assenti, presenti da remoto e altri che parlavano senza che gli altri partecipanti riuscissero a comprendere – ha approvato una delibera che depenna la pista da sci a favore di una pista da skiroll, pratica che avvicina di più all’ospedale che non a quello sport alpino che pure inizialmente era stato ipotizzato.

Quindi è stato cestinato un progetto che il Comune aveva redatto per partecipare al bando ministeriale Pinqua, che una commissione aveva valutato positivamente finanziandolo con esclusione di piani di altri Comuni italiani, che aveva visto anche l’affidamento di diversi incarichi professionali e che era stato sostenuto perfino nello scorso Consiglio comunale dall’assessore chiamato a rispondere all’interrogazione presentata dal consigliere comunale David Miliozzi.

Come si giustifica una inversione a U rispetto a un progetto con il quale si è partecipato a un bando ministeriale? Con una scoperta tecnica che lascerà sbalorditi anche i cittadini maceratesi: a Fontescodella, esattamente nelle poche centinaia di mq che servivano per la pista da sci, è emerso in una relazione tecnica che c’è un “bosco in formazione”.

Secondo le norme in questo caso bisognerebbe procedere con un rimboschimento di compensazione da qualche altra parte o con la monetizzazione del verde che si andrebbe a togliere. In Comune l’assessore addetto alla parte esecutiva – il titolare dei lavori pubblici Andrea Marchiori – ha subito accolto la sollecitazione arrivata dall’Ufficio tecnico. Dunque a Fontescodella c’è un “bosco in formazione”, non l’ortica che si poteva sospettare passando in quella zona, in un terreno già classificato come seminativo ed ora incolto.

L’inedito “bosco in formazione” di Fontescodella potrebbe dunque subire effetti letali dalla pista da sci in materiale riciclabile e permeabile mentre non produrrebbe effetti negativi il cemento delle palestre e dei ristoranti che si prevede di realizzare a margine dello stesso progetto.  Certo che il concetto di verde a Macerata ha subìto negli anni una rivisitazione culturale, visiva e linguistica: novanta metri di pista da sci in materiale riciclabile danneggiano il celebre “bosco in formazione” di Fontescodella mentre, spostandosi dall’altra parte della città, i pini dello stadio Helvia Recina si possono tranquillamente tagliare pur avendo messo radici sessanta anni fa.

Per tacere delle leggendarie piste ciclabili che si estenderanno per 40 chilometri lungo i fiumi e i fossi attorno alla città. Nel caso la telenovela pista da sci prosegua, un suggerimento gratuito per far crescere ulteriormente l’audience: una diretta streaming di una seduta di giunta comunale. Alla scoperta della città ignota, facendo attenzione all’ortica.

«La pista da sci a Fontescodella? Meglio un tracciato per lo skiroll»

La pista da sci a Fontescodella Nuovo incarico da 20mila euro dopo la “bocciatura” del sindaco

Pnrr, Parcaroli ferma la pista da sci Contrasti in Giunta sugli impianti sportivi

“Pnrr, i progetti più folli”: nel mirino pista da sci e libri antichi Ma i 7 milioni per la palestra di scherma?

La pista da sci a Fontescodella, incarico per arrivare all’appalto

«Dalla pista da sci alla chiesa di Torregiana, fondi europei buttati per far giocare Iommi»

Pista da sci nel mirino, bocciata mozione di Miliozzi Nuova strada sotto via dei Velini

«Raccolte oltre mille firme contro la pista da sci in sintetico»

“No alla pista da sci”, scatta la petizione: «Uno schiaffo ai bisogni della città»

Pista da sci a Macerata, «ma stiamo scherzando?»

Pista da sci in sintetico a Fondescodella: affidato il progetto preliminare

«Una pista da sci a Macerata» Perticarari propone il modello Copenaghen

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X