Bimbo ha fretta di nascere,
la mamma partorisce in casa
e nonna Faustina si improvvisa levatrice

CORRIDONIA - Maria Chiara Monteverde ha dato alla luce il piccolo Federico sul divano della loro abitazione a San Claudio. Sua madre, arrivata per badare al figlio più piccolo, in collegamento diretto con gli operatori del 118, lo ha fatto venire al mondo
- caricamento letture
matteo_farofalo_maria_chiara_monteverde

Il piccolo Federico con mamma Maria Chiara e papà Matteo

di Alessandra Pierini

Ogni nascita è memorabile ma di sicuro il piccolo Federico ascolterà nella sua vita innumerevoli volte la storia di come sia stata la nonna a farlo venire alla luce. Per lui, questa mattina è andata proprio così. La nonna si è improvvisata levatrice, lo ha “prelevato” dalla mamma Maria Chiara Monteverde, lo ha avvolto in un asciugamano pulito e poi lo ha restituito al caldo abbraccio della neo mamma.
E’ accaduto questa mattina a San Claudio, frazione di Corridonia. «Ho avuto le primissime contrazioni alle 4 di questa mattina – racconta Maria Chiara – poi dopo le 5 si sono intensificate. Il mio primo parto è stato indotto, quindi non sapevo bene cosa aspettarmi ma poco prima delle 6 mi sono accorta che stava arrivando velocemente il momento del parto». Maria Chiara era con il marito Matteo Garofalo, pronto ad accompagnarla in ospedale, e ha avvisato sua madre Faustina Fusari che abita a Sforzacosta per chiederle di affrettarsi a raggiungere casa sua per far compagni all’altro figlio di tre anni. Questione di minuti e Maria Chiara si è accorta che momento del parto stava precipitosamente arrivando.

nonna_faustina_fusari

Nonna Faustina Fusari

A questo punto i quasi neo genitori hanno chiamato il 118 e hanno fatto una nuova chiamata di sollecito a nonna Faustina  che era già per le scale. «Erano le 6,04 quando mamma è arrivata – continua Maria Chiara – e alle 6,10 Federico con due spinte era già nato sul divano di casa. Senza farsi prendere dal panico, col sangue freddo necessario, mamma in collegamento diretto con gli operatori del 118, ha preso Federico, lo ha avvolto in un asciugamano per poi darmelo in braccio». Una scena di parto naturale che fino a qualche decennio fa sarebbe stata la norma ma che oggi è assolutamente anomala. E nonna Faustina si è ritrovata, improvvisamente, nei panni di una “levatrice” figura che nella tradizione marchigiana andava di casa in casa per far nascere i bambini grazie alle competenze acquisite sul campo. Qualche minuto dopo sono arrivati gli operatori del 118 che hanno portato mamma e bimbo all’ospedale di Macerata dove sono ricoverati nel reparto di Ostetricia. Sono stati poi gli operatori sanitari a recidere il cordone ombelicale e a trasferire mamma e bimbo nel reparto di Ostetricia dell’ospedale di Macerata diretto dal dottor Mauro Pelagalli. Federico pesa 3,480, sta benissimo come la sua mamma ed è un vero peccato che non potrà ricordare questa notte di fermento d’amore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =