Dalla Sardegna a Macerata
per l’intervento di endometriosi
«Soffrivo da 10 anni, ora sono libera»

STORIA - Francesca Mulas, 37 anni, vive in provincia di Nuoro e si è affidata al dottor Mauro Pelagalli e al reparto di Ginecologia dell'ospedale di Macerata. Il primario: «E' oggi una delle patologie più complesse e invalidanti, le donne hanno bisogno di medici di riferimento»
- caricamento letture
francesca_mulas_pelagalli

Francesca Mulas con il dottor Mauro Pelagalli

di Alessandra Pierini

Da dieci anni soffriva di endometriosi, da tre anni i suoi dolori erano diventati insopportabili. Così  Francesca Mulas, 37 anni della provincia di Nuoro, ha deciso di raggiungere l’ospedale di Macerata e di affidarsi al dottor Mauro Pelagalli, primario di Ostetricia e Ginecologia.

Oggi, a tre giorni dall’intervento la sua vita è completamente cambiata. «Finalmente mi sento libera – racconta dall’ospedale, poco prima di essere dimessa – provo serenità, una vera e propria liberazione. Ho qualche dolorino legato al taglio ma sono così felice che quasi non riesco a spiegare a parole cosa vuol dire per me dopo tanti anni».

Francesca, mamma di una bambina di 6 anni, ha vissuto un lungo calvario: «negli ultimi anni i dolori sono diventati fortissimi, da impazzire. Non riuscivo a dormire la notte e non mi facevano più effetto gli antidolorifici. La malattia mi condizionava nella vita quotidiana, nel lavoro, nell’attività fisica e nelle relazioni». Poi attraverso i social ha conosciuto il dottor Mauro Pelagalli e ha deciso di affidarsi a lui. «Ho fatto una prima visita con lui ed è stato molto gentile. E’ bravissimo, mi ha rassicurato in tutto». Poi la decisione di sottoporsi all’intervento. La scorsa settimana dopo un viaggio in traghetto e dopo aver attraversato i Sibillini è arrivata a Macerata dove venerdì è stata operata. Oggi le dimissioni. sarà quindi ospite di una parente per due giorni e poi ritornerà a casa. «So che la mia vita cambierà e ne sono felicissima. Voglio anche che altre donne conoscano la mia storia e che possa essere d’aiuto».

ostetricia_ginecologia-2-325x244

L’ingresso del reparto di Ginecologia

«L’endometriosi  – spiega il dottor Pelagalli –  rappresenta oggi una delle patologie più interessanti dal punto di vista clinico e chirurgico ma anche più complesse e invalidanti per le pazienti. Dire oggi che è una patologia difficile da capire comincia ad essere sbagliato, ormai si conosce.

Quello che invece dobbiamo perseguire è la formazione di medici e ostetriche per acquisire le nozioni che consentono l’identificazione clinica della malattia e il trattamento chirurgico. Oggi si è soliti parlare di centri di riferimento e Macerata lo è per le Marche. Ma credo che bisognerebbe iniziare a parlare di medici e di chirurghi di riferimento che hanno maturato una esperienza di almeno 10 anni per questa malattia. Piano piano tutti dovranno evolvere e giungere a una competenza quanto meno di base per la diagnosi e per la terapia».

Francesca Mulas è la dimostrazione di come un intervento mirato e competente possa essere risolutivo e cambiare veramente la vita di una donna. «La signora Mulas – prosegue Pelagalli – è una delle tante donne che operiamo. Dopo un percorso lungo e frastagliato è giunta alla nostra attenzione con un nodulo endometrioso all’ovaio di sinistra che interessava parte dell’intestino e si era spinto fino all’uretere.

convegno-chirurgia-teatro-lauro-rossi-maggio-2022-pelagalli-foto-petinari-7-325x217Dobbiamo immaginare dolori simili a quelli di una continua colica renale, più un dolore irradiato alla gamba come quello di una lombo sciatalgia. Vivere quotidianamente in queste condizioni è invalidante e limitativo.  Questo intervento richiede grande perizia ed esperienza e una grande conoscenza dell’anatomia. Non è un caso che abbiamo affrontato questi temi nell’importante congresso di Anatomia che si è svolto a Macerata. Il 21 e il 22 ottobre faremo un corso importantissimo che si chiamerà Endometriosi proprio per confrontarsi su questa malattia». Per concludere delle informazioni in più sulla malattia: «L’endometriosi può essere associata anche a sterilità, Il 40% delle donne che non  riesce ad avere figli è affetta da endometriosi. Ci sono anche molte donne affette da endometriosi asintomatica e questo naturalmente rende più difficile l’iter. Più precocemente riconosciamo la malattia e più precocemente possiamo curarla».

Il gotha della chirurgia avanzata si confronta a Macerata, Pelagalli: «Insieme per il bene delle donne»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =