Morto don Luigi Taliani,
una vita tra Chiesa e giornalismo
«Uno sguardo sempre rivolto oltre»

MACERATA - Aveva 78 anni ed era nato a Cingoli. Nel 2019 ha festeggiato i 50 anni di sacerdozio con una messa concelebrata con papa Francesco. I ricordi di chi lo ha conosciuto. Don Egidio Tittarelli: «Passione, determinazione e relazioni: sono queste le tre caratteristiche che mi vengono da citare per ricordarlo». Federico Canullo: «Una persona che riusciva a guardare lontano». Il funerale giovedì alle 10 alla chiesa dell'Immacolata
- caricamento letture
taiani-luigi

Don Luigi Taliani

di Gianluca Ginella

È morto a 78 anni don Luigi Taliani, nel 2019 aveva celebrato i 50 anni di sacerdozio. Era responsabile delle comunicazioni sociali diocesane, insegnante di religione e per anni è stato direttore del settimanale Emmaus e di Radio Nuova Macerata. Si è spento oggi pomeriggio. Persona molto conosciuta a Macerata, da un paio di anni aveva qualche malanno che ne ha minato il fisico. Don Taliani era originario di Cingoli e viveva a Macerata, per anni ha collaborato con l’unità pastorale che comprende la chiesa dell’Immacolata. Era stato ordinato sacerdote il 27 settembre del 1969 e proprio in occasione dei 50 anni di sacerdozio aveva concelebrato a Roma, nella chiesa di Santa Marta, una messa insieme a papa Francesco. Dopo l’incontro con il Pontefice aveva raccontato: «mi ha dato del tu e ha detto “Grazie per il tuo servizio, ti ringrazio tanto”. È stata una emozione».

«E’ stato l’uomo delle relazioni. Passione, determinazione e relazioni: sono queste le tre caratteristiche che mi vengono da citare per ricordare don Luigi. Aveva uno sguardo sempre rivolto oltre, quello che papa Francesco dice: una chiesa in uscita, una chiesa oltre il sagrato, oltre la comunità cristiana in senso stretto» dice don Egidio Tittarelli. Taliani aveva iniziato il sacerdozio come cappellano alla chiesa di San Giovanni, poi era stato per diversi anni cappellano alla chiesa di Santa Croce dove con il suo impegno aveva messo in piedi un bel gruppo di giovani con la Azione cattolica ragazzi (Acr). In seguito, nel 1984, si era trasferito nella chiesa dell’Immacolata. «Gran parte della sua vita è stata donata all’Azione cattolica. È stato per molti anni assistente dell’Azione cattolica diocesana – continua don Egidio Tittarelli -. Una passione particolare ce l’aveva per la Fuci, Federazione universitari cattolici italiani».

Luigi_Taliani

Don Luigi Taliani in tv

«Sapevamo che stava male ma non credevamo fosse così grave. L’aggravamento c’è stato negli ultimi giorni – dice Federico Canullo che conosceva don Luigi da tanti anni, dai tempi dell’Azione cattolica -. Due o tre settimane fa quando l’avevo sentito diceva che iniziava a stare meglio, purtroppo poi le sue condizioni sono peggiorate. Di lui ho tantissimi ricordi, da quando ero un ragazzino in parrocchia e lui mise in piedi la Acr a Santa Croce. Aveva messo su un bel gruppo di giovani. Don Luigi era un grande sapiente, era una persona che riusciva a guardare lontano. Era laureato in Sociologia e aveva questa capacità di saper leggere la realtà al di là del dato immediato. Sarà sicuramente una grande perdita per diocesi, le sue capacità sono difficilmente sostituibili».

«Come un fulmine a ciel sereno la notizia della morte di don Luigi Taliani ha pervaso le chat ed i social media dell’associazione – si legge nel ricordo comparso sul blog di Azione cattolica Macerata -. Messaggi tristi e increduli si sono rincorsi nelle ultime ore cercando quasi un’impossibile smentita che, ovviamente, non c’è stata. Nei ricordi personali di chi scrive don Luigi ha rappresentato l’amore della Chiesa per l’Azione Cattolica: una presenza paterna, tenera e rude allo stesso tempo, ma sempre disponibile, a volte anche sopra le forze. Per la nostra chiesa locale è stato sicuramente l’interprete più fedele di una lettura sapiente e profetica della realtà, con l’innegabile lucida capacità, riconosciutagli da tutti, di saper guardare sempre oltre l’immediato ed il contingente».

Il funerale è stato fissato e si svolgerà giovedì alle 10 nella chiesa dell’Immacolata. La camera ardente sarà invece aperta da domani mattina, sempre nella chiesa dell’Immacolata.

(Ultimo aggiornamento alle 18,20)

Sacerdoti maceratesi a Santa Marta, don Taliani celebra la messa con il Papa

Don Taliani sacerdote da 50 anni «Ci hai donato una fede adulta, non bigotta»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =