«Un museo del motociclismo
nel nome di Lauro Micozzi»

MACERATA - La proposta del consigliere dem Andrea Perticarari che ha presentato un ordine del giorno
- caricamento letture
Perticarari_ConsiglioComunale_FF-19-325x217

Andrea Periticarari

 

Il consigliere comunale dem di Macerata Andrea Perticarari ha presentato all’attenzione del Consiglio comunale un ordine del giorno per impegnare la giunta a guida Parcaroli alla istituzione di un museo del motociclismo con i pezzi della collezione del maceratese Lauro Micozzi, scomparso di recente. «Lauro Micozzi, purtroppo scomparso nel febbraio del 2021 a causa del Covid, ha dedicato – ricorda Perticarari nell’atto che sarà discusso nel Consiglio comunale di lunedì prossimo – buona parte della vita allo sport e alla passione per il motorismo storico, prima da giovanissimo appassionato, negli anni ‘50, in officina, poi da spettatore e pilota dagli anni ‘60 nelle gare marchigiane e nazionali fino a metà degli anni ‘80 con notevoli risultati sportivi. Nel corso della sua vita, mosso da una pura passione per il mondo del motociclismo, ha provveduto a collezionare, restaurare e manutenere modelli di moto unici e pregiatissimi, la maggior parte dei quali Ducati che gli hanno valso numerosi riconoscimenti a livello nazionale. La collezione di moto e ciclomotori di Lauro Micozzi è ad oggi una delle più importanti e conosciute in Italia, tanto che già oggi l’immobile in cui sono conservati i modelli è tappa obbligatoria per gli appassionati di motociclismo d’epoca».

lauro-micozzi

Lauro Micozzi

Le conferme del rilievo della collezione: «L’importanza – rileva ancora l’esponente dem – della collezione di Lauro Micozzi è dimostrata altresì dallo stretto legame della famiglia Micozzi con la casa costruttrice Ducati la quale in più occasioni ha richiesto temporaneamente dei modelli per allestire mostre e musei. La collezione Micozzi non si esaurisce ai modelli posseduti, ma è arricchita da documenti, foto, filmati e strumenti che testimoniano l’evoluzione della tecnica costruttiva motociclistica italiana. La passione che anima il movimento del motorismo, genera in Italia un indotto economico che è secondo solo al calcio facendo sì che l’industria motociclistica e motoristica in generale possa essere definita come una vera e propria industria sociale, capace di convogliare e coinvolgere diverse figure professionali. Nel 2018 infatti, è stato stimato in 2 miliardi di Euro il valore economico generato dal motorismo storico italiano, di cui ben il 30% deriva dal turismo indotto. L’Asi, che rappresenta istituzionalmente il motorismo storico italiano e che è già stata protagonista nella vicenda del Museo Morbidelli di Pesaro, si è resa disponibile con la famiglia Micozzi a interpretare il ruolo che gli compete nelle opportune sedi istituzionali. Un museo di tal genere, sarebbe anche occasione e soluzione filantropica per i privati in possesso di motocicli d’epoca o altri cimeli del mondo dei motori che potrebbero così far crescere nel tempo il prestigio del Museo e la propria collezione». L’invito finale di Andrea Perticari all’amministrazione comunale è quello di «intraprendere le azioni necessarie al fine di inaugurare nella città di Macerata un Museo del motociclismo intitolato a Lauro Micozzi».

(l. p.)

Motogiro d’Italia torna a Macerata in ricordo di Lauro Micozzi

Covid, addio a Lauro Micozzi: cuore rosso Ducati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X