iGuzzini, assemblee con i lavoratori
«Licenziamenti da ridurre al minimo»

RECANATI - Summit tra sindacati e lavoratori, ma nessun comunicato unitario di Cgil, Cisl e Ugl. Si continua a trattare con l'azienda. Giovedì incontro con la proprietà
- caricamento letture
Headquarters-iGuzzini_02-325x217

IGuzzini illuminazione a Recanati

Le parole hanno un peso ed anche le valutazioni delle forze sindacali sulle assemblee svoltesi ieri alla iGuzzini Illuminazione sembrano non collimare, al punto che il previsto intervento unitario ha avuto come esito
due note, una a firma di Cisl e Ugl, l’altra della Cgil. I lavoratori hanno espresso la disponibilità a discutere con la direzione aziendale anche sulla questione dei licenziamenti con l’obiettivo di ridurne al minimo il numero e comunque di percorrere tutte le strade possibili di tutela, anche con l’uso degli ammortizzatori sociali. Appunto a margine delle due assemblee sindacali svoltesi alla iGuzzini illuminazione spa in merito alla procedura di licenziamento collettivo avviata dall’azienda per 103 dipendenti «a seguito del confronto avuto con i lavoratori, Femca Cisl e Ugl chimici comunicano – si legge in una nota – che tutte le sigle sindacali hanno ricevuto mandato nel proseguire unitariamente la trattativa sindacale.  L’obiettivo è quello di ridurre il più possibile l’impatto della procedura, mettendo in campo, quali criteri, la non opposizione al licenziamento, e quello dell’accompagnamento dell’eventuale interessato al pensionamento. Sarà compito delle organizzazioni sindacali informare di volta in volta i lavoratori sugli sviluppi della trattativa. Rimangono centrali per i lavoratori e per le organizzazioni sindacali i temi relativi ai futuri investimenti e la condivisione di uno sviluppo aziendale quali principali elementi per la tutela della continuità occupazionale». «A seguito del confronto avuto con i lavoratori – aggiunge la Filctem-Cgil Macerataandremo all’incontro con la direzione aziendale giovedì 14 ottobre, chiedendo la drastica riduzione degli esuberi dichiarati, che questi vengano circoscritti a coloro che non faranno opposizione al licenziamento e a chi può essere accompagnato al traguardo pensionistico, prevedendo al tempo stesso incentivi economici a tali uscite. Rimangono centrali per i lavoratori e per la ns. Organizzazione Sindacale i temi relativi agli investimenti e allo sviluppo aziendale quali principali elementi per la tutela della continuità occupazionale.
Fatto il passaggio con i dipendenti, le organizzazioni sindacali dopodomani torneranno in Confindustria per incontrare la direzione aziendale della iGuzzini ed iniziare a discutere nel merito della procedura di licenziamento.
(l. pat.)

iGuzzini, confronto sui licenziamenti Azienda pronta ad ascoltare i sindacati «Speriamo di ridurre gli esuberi»

Doppia assemblea alla iGuzzini: «Tanta preoccupazione tra i dipendenti, chiedono alternative ai licenziamenti»

Guzzini in Maserati dribbla i microfoni Linea soft dei sindacati: «Non ci aspettavamo i licenziamenti»

Licenziamenti alla iGuzzini, la Cgil: «Incontrata l’azienda, piano da ritirare»

Licenziati 103 dipendenti di iGuzzini, l’azienda lamenta un calo dei ricavi: 40 milioni nel giro di 2 anni

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X