Poli scolastici a Corneto e le Vergini,
in arrivo 5 milioni di euro

MACERATA - Edilizia scolastica, ammessi al finanziamento i progetti presentati dal Comune. Parcaroli: «Siamo felici di poter soddisfare la richiesta dei genitori di nuovi e attrezzati spazi che seguiranno le nuove linee guida della fascia da 0 ai 6 anni»
- caricamento letture

 

marchiori-parcaroli

Andrea Marchiori e Sandro Parcaroli

 

Sono stati ammessi al finanziamento ministeriale relativo all’edilizia scolastica tutti i progetti preliminari presentati lo scorso aprile dal Comune di Macerata per la realizzazione di due poli scolastici nel quartiere de Le Vergini e in quello di Corneto. Al Comune andranno cinque milioni di euro per la costruzione dei due nuovi poli, costituiti rispettivamente dal nido e dalla scuola dell’infanzia, nei due quartieri. «I progetti che il Comune ha presentato, ciascuno di oltre 2,5 milioni di euro, erano stati redatti dopo un’attenta analisi delle reali esigenze della città dagli Uffici tecnici coordinati dall’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Marchiori – si legge in una nota -. Il bando ministeriale ha finanziato 450 progetti su 2600 presentati e Macerata si classifica al primo posto nelle Marche per importo finanziato e al terzo in tutta Italia (dopo Milano e Genova) per interventi sulle scuole. «Un altro importante successo che si somma alla bella notizia arrivata qualche settimana fa relativa al bando sulla Qualità dell’Abitare – ha commentato il sindaco Sandro Parcaroli -. Un successo che è frutto della grande sinergia tra assessorati e del costante lavoro dei nostri Uffici che ringrazio per aver portato a casa il risultato. Con il finanziamento siamo felici di poter soddisfare la richiesta, arrivata dai genitori, di nuovi, attrezzati, moderni e funzionali spazi che seguiranno le nuove linee guida della fascia dagli 0 ai 6 anni». «Un risultato straordinario in cui avevamo riposto concrete aspettative visto il grande lavoro fatto – è intervenuto l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Marchiori -. Parliamo con i fatti in risposta al Partito Democratico che non aveva votato i progetti in Consiglio comunale definendoli “aria fritta” per bocca del capogruppo Ricotta. In dieci mesi di governo della città portiamo quattro nuovi plessi scolastici scrivendo una bellissima pagina di storia a beneficio dei bambini e, quindi, delle famiglie maceratesi. A questo successo seguiranno altre sorprese in ambito di edilizia scolastica su cui stiamo lavorando. Siamo orgogliosi di ripagare la fiducia dataci dai cittadini di Macerata». I due nuovi poli scolastici saranno «altamente tecnologici e dotati delle migliori attrezzature per il risparmio energetico in relazione sia ai consumi elettrici che a quelli idrici – conclude il Comune -. I locali saranno inoltre dotati di sistema di ventilazione meccanica controllata e i due poli saranno all’avanguardia sia a livello illuminotecnico che per quanto riguarda il consumo del suolo in quanto a impatto zero dato che sono ubicati in aree già destinate urbanisticamente all’edilizia scolastica».

Qualità dell’abitare, 15 milioni per otto interventi a Fontescodella Restyling di “Santa Maria in Torresana”

 

Riqualificazione urbana da 15 milioni, Iommi gongola: «Macerata sarà green» E ci sono i soldi anche per la pista da sci

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X