Elezioni comunali - risultati in tempo reale

«Maceratesi, avrete un’alternativa al Pd»
Il centrodestra segue la linea del Vescovo
e strizza l’occhio ai Cinque Stelle

ELEZIONI 2020 - Partiti di opposizione e civiche si compattano contro l'attuale governo cittadino: «Sono incapaci di costruire una politica all’altezza di un Comune capoluogo»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Anna Menghi di fianco ai consiglieri del Movimento Cinque stelle nei banchi dell’opposizione

 

Centrodestra in fermento per costruire l’alternativa al Pd per le prossime comunali, sulla scia delle indicazioni date durante l’omelia di San Giuliano dal vescovo Nazzareno Marconi. «Le sue parole ci confortano perché condividiamo la sua analisi su Macerata e siamo pronti per costruire un progetto capace di dare speranza alle nostre famiglie e ai nostri giovani. Non sarà facile ma è certo che non molleremo di un centimetro con la capacità di dialogo che caratterizza Macerata, ma anche con la fermezza necessaria a difendere i nostri valori». E non manca una strizzatina d’occhio ai Cinque Stelle di Macerata.  Questa la chiamata alle armi in una nota firmata da Francesca D’Alessandro di “Macerata nel Cuore” e Simone Livi di “Azione in movimento “, Anna Menghi “Comitato Anna Menghi”, Maurizio Mosca e Gabriele Mincio di “Città Viva”, Mattia Orioli del “Nuovo Cdu – Nuovo Cristiani Democratici Uniti”, Deborah Pantana e Francesco Luciani di “Idea Macerata”, Paolo Renna di “Fratelli d’Italia” e Riccardo Sacchi di “Forza Italia”. Manca all’appello Andrea Marchiori, da poco entrato nelle file della Lega che al momento non ha ancora dato indicazioni sul territorio.

Il Consiglio di Macerata, visto dai banchi dell’opposizione

«Dopo lo spettacolo indecoroso di questi giorni offertoci da una politica nazionale sempre più distante dalla realtà che vivono i cittadini, sentiamo il bisogno di dire ai maceratesi che siamo fortemente impegnati a lavorare per costruire una alternativa al Pd» scrivono gli esponenti di centrodestra, la maggior parte dei quali siede ancora in Consiglio comunale, nei banchi della minoranza. «Riteniamo il Partito Democratico  – proseguono – colpevole di aver realizzato solo operazioni di facciata e per di più fatte male, e ancora peggio incapace di costruire una politica all’altezza di un Comune capoluogo. Non crediamo certo ai finti litigi diventati imbarazzanti negli ultimi tempi, quelli si come i capponi di Renzo che si “ingegnavano a beccarsi l’una con l’altra, come accade troppo di sovente tra compagni di sventura“».

Francesca D’Alessandro e Riccardo Sacchi

Poi si rivolgono anche ai Cinque Stelle: «Noi vogliamo aiutare il Pd a tornare a fare un po’ di sana opposizione (a noi ha fatto bene) e riteniamo che Macerata abbia le capacità e le intelligenze per costruire una alternativa seria e credibile all’altezza della nostra città. Rispetto alla politica nazionale prendiamo atto che i Cinque Stelle maceratesi hanno svolto, molto spesso in sintonia con tutta l’opposizione, il loro ruolo suggellandolo, anche recentemente, con un preciso articolo che mette nero su bianco la loro posizione».

San Giuliano, omelia politica del vescovo «La città non sia guidata dalle ideologie» Poi la processione in centro (FOTO)

Manifesto 5 Stelle: «Ci saremo anche noi contro i sepolcri imbiancati del Pd e la rabbia del centrodestra»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X