facebook twitter rss

Sisma, nuova bozza:
contributi a chi si compra un’altra casa
anche fuori dal cratere

domenica 30 Dicembre 2018 - Ore 22:12 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

3K Condivisioni

Il capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli

 

Se già la prima bozza che rivedeva il contributo di autonoma sistemazione non era chiarissima nelle intenzioni (ed è stata bocciata dai sindaci), l’ultima versione che circola manca anche di frasi e contenuti fondamentali. Sparito il trattamento sfavorevole per chi prima del sisma viveva in affitto, ma resta l’intenzione della Protezione civile di stringere il rubinetto del cas il più possibile. Al punto da ribadire, anche in questa versione, che chi si compra casa (nel cratere o, in mancanza, altrove) o chi si se la vuole costruire, avrà dei contributi forfettari. Sei mesi per chi era in affitto, tre anni per chi era proprietario. Il contributo cambia però tra case con scheda Aedes E, F, o in perimetrazione (in questa caso viene erogato al 100 percento) e chi invece ha casa con danni lievi B (solo per i proprietari e al 50 percento). Il problema però è che nell’articolo che disciplina il caso di acquisto nella zona del cratere, manca completamente la frase che contiene le previsioni di contributo. Deducibili solamente dal paragrafo dedicato a chi si compra o costruisce casa fuori dai comuni del cratere. Dalla bozza non è chiaro nemmeno se comprarsi un’altra casa darà ancora diritto al contributo statale per la ricostruzione. In casi come quelli dei Comuni della montagna, ripiegare su comuni diversi da quello di residenza sarà quasi obbligatorio dato che il patrimonio edilizio è stato decimato dal terremoto. Questa previsione getta anche un’ombra di incertezza sui tempi della ricostruzione. Le case con danni lievi dovevano essere le prime a partire e a essere completate. Se si incentivano i proprietari a comprarsene altre, il rischio è che la convinzione della stessa Protezione civile sia che nemmeno la ricostruzione leggera avverrà in tempi soddisfacenti.
Tempi per la firma del direttore Angelo Borrelli? Non immediati. Anche questa volta i sindaci non concordano sul testo e non intenderebbero farlo passare così com’è.

(Fe. Nar.)

Sisma, stretta su autonoma sistemazione: ecco la bozza al vaglio dei Comuni



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X