facebook twitter rss

Il premier Conte
nelle zone del sisma,
visita ad Arquata

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO aveva già annunciato l'intenzione di visitare il cratere nei discorsi post nomina. «Attendiamo con ansia il suo arrivo, la prima nostra necessità è quella di non rimanere da soli», le parole del vicesindaco Franchi. Nel frattempo, sono partiti i lavori per la nuova palestra della scuola di Borgo. Inizio demolizioni nella frazione Vezzano
giovedì 7 giugno 2018 - Ore 22:54 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il neo presidente del consiglio Giuseppe Conte

di Luca Capponi 

Il neo presidente del consiglio Giuseppe Conte sarà ad Arquata del Tronto, con tutta probabilità, lunedì 11 giugno. La sua visita, già annunciata nei discorsi post nomina, farà parte di un giro che toccherà anche ai vicini comuni di Amatrice ed Accumoli.

Macerie ad Arquata (foto Vagnoni)

La conferma arriva dal vice sindaco arquatano Michele Franchi, che parla a nome anche del primo cittadino Aleandro Petrucci: «Siamo in attesa dell’ufficialità ma è quasi sicuro. Aspettiamo con ansia il suo arrivo perché la prima nostra necessità è quella di non rimanere da soli». Esatto. E di cose da fare ce ne sono, eccome. «Ci sono tante cose che si possono fare in più e meglio, senza polemica, perché l’attenzione verso il nostro territorio è fondamentale. -continua Franchi- Speriamo partano presto i piani di ricostruzione, sappiamo che ci vorrà del tempo e che per alcune frazioni sarà più difficile. Nel frattempo sono iniziati i lavori di demolizione nella frazione Vezzano, mentre a Pescara è cominciata la rimozione delle macerie nella parte bassa. Siamo un cantiere aperto». A Borgo di Arquata, invece, sono partiti i lavori per la nuova palestra scolastica, che settembre dovrebbe essere pronta.
«Abbiamo bisogno di viabilità e infrastrutture che funzionino. Una buona notizia arriva dal traforo di Forca Canapine, aperto la domenica per tutto il giorno, mentre all’Anas abbiamo chiesto di snellire le pratiche burocratiche per far sì che gli appalti delle strade ancora non sistemate siano velocizzati», ribadisce Franchi. Che saluta in maniera positiva il ritorno di RisorgiMarche, il festival ideato da Neri Marcorè che toccherà Forca di Presta nel suo evento iniziale, il prossimo 1 luglio con il concerto di Piero Pelù. «Siamo molto contenti di un momento come questo, in grado di portare in loco tanta gente. -conclude- Speriamo di essere pronti come comunità ad accogliere i visitatori, vogliamo tornare alla normalità e fare in modo che le piccole attività riaperte dopo tante difficoltà abbiano un ritorno economico, anche in episodi utili a far conoscere e apprezzare il nostro territorio come accadeva una volta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X