Rata, Liotti indice il silenzio stampa:
“Necessario per lavorare tranquilli
Dateci 2 mesi di fiducia”

CAOS BIANCOROSSO - Il nuovo proprietario torna a parlare: "Stiamo lavorando per sistemare i conti e per l'iscrizione al prossimo campionato. Il club ci è stato lasciato sull'orlo del fallimento. Non tratteremo con nessuno la cessione perché finora c'è stato un disinteresse totale"
- caricamento letture

 

Claudio-Liotti

Claudio Liotti, proprietario della Maceratese

 

Maceratese, Liotti torna a parlare e indice il silenzio stampa. Il nuovo proprietario della Rata ha inoltre deciso che non prenderà in considerazione offerte per l’acquisto del club che dovessero pervenire nei prossimi giorni dopo aver riscontrato un «totale disinteresse» e chiede di poter lavorare con serenità per sistemare i conti del club, e che gli sia data fiducia, per almeno due mesi, garantendo «investimenti finanziari, trasparenza, serietà e impegno».

Quasi un gioco di parole: Claudio Liotti rompe il silenzio per indire il silenzio stampa. Il motivo nasce dal fatto che l’imprenditore partenopeo in questo momento è «impegnato con i propri professionisti – dice – a ripianare i conti del club biancorosso ed a soddisfare nei termini federali tutti gli adempimenti richiesti dalla competente Covisoc della Lega Pro per ottenere l’iscrizione al prossimo campionato 2017/2018». E quindi «al fine di non essere distratti da questo gravoso e delicato impegno e di non andare dietro a continui inciuci e pettegolezzi di basso livello, che mirano solo ed esclusivamente a destabilizzare il lavoro della nuova proprietà, a partire dalla data odierna e fino all’avvenuta iscrizione, ha deciso di indire il silenzio stampa, pur comprendendo e rispettando il lavoro dei giornalisti, ai quali garantirà la massima disponibilità, dal momento in cui la situazione societaria in generale sarà tornata alla normalità». Sulla possibile nuova cessione del club, aggiunge «dopo i ripetuti appelli dei giorni scorsi, che invitavano chiunque fosse interessato ad acquisire le quote del 95%, attualmente di proprietà della Mediterranea Metalli srl a farsi avanti, riscontrato il totale disinteresse di tutti – continua Liotti -, oltre alle solite chiacchiere da bar, ha deciso da oggi, di non prendere più in considerazione nessuna trattativa di acquisizione della società che dovesse nascere nei prossimi giorni. Dopo le scellerate ed irresponsabili gestioni degli ultimi tempi, senza voler entrare nel merito di chi fossero le responsabilità, dove tutti hanno speculato e dormito, portando il club sull’orlo del fallimento, il sottoscritto chiede che gli venga riconosciuta la massima serenità di operare ed un minimo di fiducia, di almeno due mesi, dove c’è tutto da rimettere e nulla da lucrare. Infine, nella consapevolezza che solo il tempo potrà dare, come sempre, ragione a tutto, al momento può solo garantire serietà, impegno, oculatezza e trasparenza nello svolgimento del lavoro che lo attende, unitamente agli investimenti finanziari necessari».

Articoli correlati



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X