Maceratese, cinque schiaffi
a Santarcangelo

LEGA PRO - Gli uomini di Giunti perdono 5 a 1 allo stadio Valentino Mazzola. Partita equilibrata nel primo tempo. L'espulsione di Bondioli ad inizio ripresa cambia tutto e i padroni di casa ne fanno quattro in meno di 20 minuti. Sfuma definitivamente il sogno play off, ma l'obiettivo della salvezza è già ampiamente raggiunto
- caricamento letture
Cattura6-2

La festa dei giocatori del Santarcangelo al gol realizzato da Ungaro

 

Cattura3-3-325x218

Marchetti esulta dopo il gol del momentaneo pareggio

 

di Leonardo Giorgi

Tracollo della Maceratese allo stadio Valentino Mazzola. Il Santarcangelo spazza via i biancorossi, rimasti in dieci per quasi tutto il secondo tempo dopo l’espulsione di Bondioli pochi minuti dopo l’inizio della ripresa. Gli uomini di Giunti perdono 5 a 1 e gettano via ogni briciolo di speranza rimasto per la qualificazione ai play off. Un traguardo che, dopo le penalizzazioni in classifica per la disastrosa situazione societaria, era comunque apparso fuori portata per i maceratesi. Difficile chiedere di più a questi giocatori che hanno ottenuto una netta salvezza matematica scendendo in campo ogni settimana con la stessa grinta, nonostante il mancato pagamento degli stipendi e il travagliato rapporto con la presidenza. La Maceratese, a differenza di quanto possa far pensare il risultato, nel primo tempo è stata protagonista di una grande prestazione. Dopo l’iniziale vantaggio dei padroni di casa con Merini, la Rata ha reagito con veemenza colpendo due legni prima del momentaneo pareggio di Marchetti sugli sviluppi da calcio d’angolo. Nella ripresa Bondioli, già ammonito, si fa espellere ingenuamente e la partita cambia volto. Il Santarcangelo dilaga e ne fa 4 in meno di venti minuti. La Rata torna a casa con poco da recriminare dopo una straordinaria cavalcata per la salvezza. I tifosi lo sanno e le decine di supporters arrivati a sostenere la squadra hanno cantato per gli uomini di Giunti fino alla fine.

La cronaca – Mister Giunti schiera il classico 4-3-3 con Bondioli al posto dello squalificato Gattari, il Santarcangelo scende in campo con il 3-5-2 guidato dalla coppia d’attacco Cori-Merini. Inizia meglio la Maceratese che ha l’occasione di passare in vantaggio al nono minuto con De Grazia, il tiro a botta sicura da posizione ravvicinata e trova la miracolosa parata con i piedi di Nardi. Pochi secondi dopo è ancora De Grazia a impegnare l’estremo di casa con un bel sinistro da fuori. Il vantaggio del Santarcangelo arriva al 17′. Merini buca Forte in spaccata trovando il pallone sul secondo palo dopo lo splendido assist di Rossi. La reazione biancorossa si fa attendere un quarto d’ora. Allegretti crea un’occasione dal nulla su iniziativa personale: l’attaccante si smarca al limite tra due avversari ed esplode un sinistro potente che si stampa sul palo. La sfortuna biancorossa continua un minuto dopo, quando Turchetta in area lascia sul posto Jadid e prova il diagonale alla destra di Nardi: secondo palo colpito in 120 secondi. Ma il pareggio arriva al 37′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Palmieri e Quadri duettano e il capitano serve De Grazia dentro l’area che, al volo, trova Marchetti: il colpo di testa del difensore non lascia scampo al portiere romagnolo. Il primo tempo si conclude con una traversa anche per il Santarcangelo, con Cori che di sinistro centra l’incrocio dei pali. Nella ripresa cambia la partita: l’episodio chiave arriva al minuto 52. Bondioli, già ammonito, effettua un’entrata scellerata su Merini. Secondo giallo inevitabile e Maceratese in 10. Gli ospiti soffrono e i gialloblu ne approfittano sei minuti dopo. Sirignano serve Cori con un bellissimo traversone, l’attaccante di testa porta in vantaggio la squadra di casa. La Rata è stordita e l’inferiorità numerica si fa sentire in modo più pesante ad ogni giro di orologio. Al 66′ la sfortuna dà il colpo di grazia ai biancorossi, con Marchetti che al centro dell’area devia nella propria porta una palla messa in mezzo da Merini. Tris del Santarcangelo, che però non ha pietà. Jadid tre minuti dopo trova l’eurogol dai 25 metri, con un bellissimo tiro che finisce all’incrocio dei pali alla destra di Forte. Il definitivo 5-1 viene siglato al 77′: Ungaro, subentrato a Florio nel secondo tempo, con un sinistro in diagonale dopo il suggerimento di Jadid batte Forte e fissa il punteggio finale.

 

Cattura1-2-325x230

Il primo gol dei padroni di casa

 

Il tabellino:

SANTARCANGELO (3-5-2): Nardi; Oneto, Sirignano, Paramatti; Rossi, Valentini, Gatto, Jadid, Florio; Cori, Merini. All.: Marcolini.

MACERATESE (4-3-3): Forte; Ventola, Marchetti, Bondioli, Sabato; De Grazia, Quadri, Malaccari; Allegretti, Palmieri, Turchetta. All.: Giunti.

TERNA ARBITRALE: Nicolò Cipriani di Empoli (Rotondale di L’Aquila – Guglielmi di Albano Laziale).

RETI: 17 ‘Merini, 37′ Marchetti, 58′ Cori, 66′ autorete Marchetti, 69′ Jadid, 77’ Ungaro.

NOTE: ammonito: Valentini. Espulso: al 52′ Bondioli per somma di ammonizioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X