Bilancio di previsione approvato
Scongiurato il pericolo default

MACERATA - Nella seconda giornata di lavori l'assise da il via libera al documento di previsione 2015-2017 con 20 voti a favore (maggioranza) 6 contrari (Forza Italia, 5 Stelle, Anna Menghi) e due astenuti (Mosca, Renna). Tra i 7 punti all'ordine del giorno approvato anche l'adeguamento della segnaletica per il passaggio pedonale di via Trento e il rifacimento del marciapiede di via Cincinelli
- caricamento letture
Marco Caldarelli_Foto LB (3)

L’assessore Caldarelli illustra il bilancio

Marco Caldarelli_Foto LB (2)

L’assessore al Bilancio Marco Caldarelli

di Claudio Ricci

Bilancio sofferto ma approvato. Dopo una seduta lunga due giorni  e circa 10 ore di discussione il Consiglio Comunale ha approvato stasera il documento di previsione per il biennio 2015-2017 con 20 voti a favore (maggioranza) 6 contrari (Forza Italia, 5 Stelle, Anna Menghi) e due astenuti (Maurizio Mosca di Città Viva, e Paolo Renna di Fdi). I consiglieri che hanno iniziato i lavori lunedì decretando la compatibilità della presidente della Maceratese Maria Francesca Tardella a sedere sui banchi dell’assise (leggi l’articolo) hanno approvato anche la pianificazione economica dell’istituzione Macerata Cultura (19 sì 7 contrari e 1 astenuto). Se il documento preparato in tempi record dall’assessore Marco Caldarelli ed esposto nella seduta di ieri (leggi l’articolo) non fosse stato approvato il Comune sarebbe entrato nella procedura di esercizio provvisorio che esclude la possibilità di accedere a prestiti per opere pubbliche rischiando addirittura lo stato di default. 

Mosca_Sacchi_Foto LB

Maurizio Mosca e Gabriele Mincio (Città Viva) e Riccardo Sacchi capogruppo di Forza Italia

Al vaglio dell’assise anche 7 ordini del giorno e due emendamenti. Passano all’unanimità il punto presentato dal consigliere di Forza Italia, Andrea Marchiori sulla modifica della segnaletica per l’attraversamento pedonale del sottopasso di via Trento (per cui Carancini assicura «Di aver già acquistato segnaletica orizzontale e verticale necessaria») e l’invito avanzato dal consigliere Gabriele Mincio all’amministrazione comunale ad individuare tutte le risorse necessarie per il contributo che i genitori devono pagare alle scuole primarie al momento dell’iscrizione dei figli. Disco verde anche all’altro punto proposto da Marchiori sull’affidamento degli incarichi legali e tecnici esterni con impegno al risparmio, qualora possibile, da parte dell’amministrazione (28 sì e l’astenuto Ivano Tacconi Udc) e alle proposte di riqualificazione del capogruppo Fi Riccardo Sacchi che ha acceso i fari sulla manutenzione delle telecamere di sicurezza dei giardini Diaz e piazza Annessione e sul rifacimento del marciapiede di Via Cincinelli entrambi passati con l’unanimità dei voti.

Tardella Carancini_Foto LB

Maria Francesca Tardella parla con il sindaco Romano Carancini

«Il progetto del marciapiede è in fase avanzata – ha assicurato il sindaco Carancini – e come per la segnaletica di via Trento contiamo di poter realizzare i lavori per la fine dell’anno». Respinti invece altri due ordini del giorno firmati da Andrea Marchiori. Uno sul prestito anticipato di fondi al Gus, in attesa delle risorse ministeriali previste e l’impiego di personale del comune nelle operazioni del gruppo che si occupa dell’accoglienza di rifugiati politici. «Le risorse destinate al Gus e presenti nelle voci di spesa fanno parte del progetto “Macerata accoglie”che l’amministrazione ha avviato con il Ministero – ha detto Carancini – La prima tranche di 187mila euro anticipata alla struttura è stata già in parte colmata dalla secondo stralcio delle 4 rate provenienti dal ministero. Esiste una circolazione di risorse che quindi non intacca i capitoli di spesa del comune». L’assise vota unanime anche per il progetto sull’educazione stradale proposto da Mincio e presentato dal capogruppo di Città Viva Maurizio Mosca: «Si tratta di un simulatore digitale con cui i ragazzi delle scuole possono verificare come i sensi risultino alterati con un tasso alcolemico tra lo 0,6 e lo 0,8 – ha spiegato Mosca – E’ un progetto che parte da Macerata e ha visto aumentare gli studenti che lo hanno provato da 409 del 2014 agli oltre 2mila del 2015 con risultati positivi in termini di percezione della sicurezza». Respinto infine un ulteriore emendamento presentato da Marchiori al bilancio. «Prevedere 5milioni di prestiti per avviare opere in gran parte promesse durante la campagna elettorale mi sembra illogico – ha motivato il consigliere azzurro – Mutui che tra l’altro sarebbero impediti dal patto di stabilità». L’atto è stato bocciato con 20 voti contrari (maggioranza) 7 favorevoli (Menghi, Mosca di Città Viva, Marchiori, 5Stelle e Paolo Renna di Fdi).

Anna Menghi_Foto LB

Il consigliere Anna Menghi

Critici sul bilancio i 5 Stelle che hanno sollecitato assessore e giunta a presentare il prossimo preventivo tra dicembre e gennaio 2016 (indicazione accolta favorevolmente dall’assessore), Anna Menghi perplessa sui 7 milioni destinati al sociale accusa l’amministrazione di eccessivo assistenzialismo: «I servizi sociali sono una voragine – ha detto Menghi – non possiamo aumentare la spesa a livelli esponenziali senza misure di controllo. Questo ci obbliga poi a ricorrere ai mutui per le altre spese proiettandoci in una spirale negativa senza ritorno». Le offre la spalla Sacchi «Evidentemente tutti questi soldi non arrivano ai destinatari in maniera efficace. Questo rimane per noi un bilancio con molte ombre».

(Foto di Lucrezia Benfatto)

 

Marcolini_Carancini_Curzi_Foto LB

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X