Indagine su rapine e scippi,
due uomini in manette
Pianificavano un nuovo colpo

MUCCIA - Operazione dei carabinieri della Compagnia di Camerino che per 4 mesi hanno indagato su di un gruppo che sarebbe legato a reati compiuti in varie località della provincia. Oggi i militari hanno chiuso il cerchio con una serie di perquisizioni. Gli arresti sono per detenzione di armi e ricettazione. Altre due persone sono state denunciate
- caricamento letture
Le armi e il resto del materiale rinvenuti nel corso delle perquisizioni

Le armi e il resto del materiale rinvenuti nel corso delle perquisizioni

di Gianluca Ginella

Indagine su rapine, scippi e droga: due arresti a Muccia. Le contestazioni sono detenzione di armi, ricettazione, spaccio. I due uomini sono stati presi mentre pianificavano una rapina. Altre due persone sono state denunciate. I carabinieri della Compagnia di Camerino hanno chiuso il cerchio dopo 4 mesi di indagine e una serie di perquisizioni che hanno portato al rinvenimento di un piccolo arsenale composto da tre pistole e munizioni di vario calibro.

La base era Muccia, ma gli obiettivi per rapine, scippi e spaccio di droga erano in varie località della provincia e sino alla costa.

Il capitano Vincenzo Orlando

Il capitano Vincenzo Orlando

Quattro mesi di indagine hanno consentito ai carabinieri della Compagnia di Camerino, diretti dal capitano Vincenzo Orlando, di completare oggi una brillante operazione che ha consentito di individuare un gruppo di persone, già note alle forze dell’ordine, che sarebbero coinvolte in rapine e scippi, oltre che allo spaccio di droga. Le indagini dei carabinieri sono state condotte con metodi tradizionali, come pedinamenti e appostamenti, supportati da indagini tecniche. I carabinieri hanno ricostruito incontri e relazioni tra alcune persone che si sentivano spesso per pianificare i colpi da mettere a segno. Tra l’altro i carabinieri hanno accertato che due persone del gruppo avevano compiuto una rapina in un ufficio postale della provincia, lo scorso marzo, portando via quasi mille euro. Ora però il gruppo stava pianificando un nuovo colpo, in un altro comune del maceratese. Proprio per anticipare questa azione i carabinieri oggi hanno chiuso il cerchio. Questa mattina oltre venti carabinieri hanno dato esecuzione ad una serie di perquisizioni disposte dalla procura di Macerata. I carabinieri nel corso delle indagini avevano già individuato i luoghi dove andare a cercare. Questa mattina i militari si sono concentrati sugli obiettivi già individuati e hanno agito con un’unità cinofila di Pesaro.

arresto_armi_muccia (1)Nel corso delle perquisizioni i carabinieri hanno trovato una pistola calibro 7,62 con matricola abrasa e proiettili, una seconda pistola, una calibro 9, anche questa con matricola abrasa e proiettili, e una terza arma, sempre calibro 9, risultata rubata a Fermo 10 anni fa. Oltre a questo i militari hanno rinvenuto due tirapugni in metallo, un manganello telescopico, un coltello pieghevole e fuorilegge. In base al rinvenimento delle armi sono finite in manette due persone: si tratta del 61enne Riccardo Pastore, disoccupato, e del 23enne Sebastian Silicato, operaio, entrambi residenti a Muccia. Vengono loro contestati i reati di detenzione di armi e  ricettazione. Silicato, inoltre, è stato trovato con alcuni grammi di cocaina, un bilancino di precisione e di vari appunti con nomi ed importi che attesterebbero l’attività di spaccio. Nel corso dell’operazione sono state denunciate anche altre due persone. Si tratta di R. S., 49 anni, di Porto Sant’Elpidio, cui vengono contestati i reati di rapina e scippo e di un 35enne di Serravalle di Chienti, A. L., cui viene contestato lo spaccio di droga. Ulteriori accertamenti sono in corso per capire da dove vengono le armi rinvenute.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X