Lambertucci: “La provincia brucia,
allarme criminalità organizzata”

SICUREZZA - La segretaria dimissionaria del Pd interpreta i frequenti incendi come "segnali inequivocabili". E lancia un appello: "Troppo silenzio di politica e istituzioni, difendiamo il nostro territorio"
- caricamento letture
Teresa Lambertucci

Teresa Lambertucci

Dopo la calda giornata di ieri per la cronaca provinciale con in primo piano l’incendio al Cosmari e in serata in un’azienda di Montecassiano (leggi l’articolo), stamattina un altro episodio a Civitanova, l’incendio di un autolavaggio (leggi), ha suscitato un nuovo allarme su possibili legami di alcuni eventi con la criminalità organizzata. Tra le voci politiche quella della dimissionaria segretaria provinciale del Pd, Teresa Lambertucci ha aperto una discussione sul tema, che aveva già toccato durante la campagna elettorale regionale (leggi) chiedendo una risposta politica di legalità e rigore. Allora Lambertucci citava l’aumento dello spaccio di droga e microcriminalità lungo la costa, oggi sulla sua pagina Facebook dice: «Da alcuni mesi la provincia di Macerata brucia… bruciano auto, esercizi commerciali, sale giochi, autolavaggi, centri di stoccaggio e trattamento rifiuti. Da alcuni mesi, non da quando ci sono temperature afose. Ormai i segnali di una presenza criminale sul nostro territorio sembrano inequivocabili, così come inequivocabile appare il silenzio su questi fenomeni da parte della politica e da parte delle istituzioni. Non si può e non si deve far finta di niente. Occorre risvegliare le coscienze dal torpore dell’individualismo disperato e provato dalla crisi per generare una risposta collettiva di sicurezza e difesa del territorio, delle nostre aziende, delle nostre bellezze».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X