La Maceratese si coccola Ferri Marini
“Sono qui per vincere il campionato”

SERIE D - L'attaccante, autore della doppietta vincente contro la Recanatese in Coppa, non si nasconde: "Il progetto della dirigenza è stimolante, faremo di tutto per portare la società in Lega Pro"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Daniele Ferri Marini

Daniele Ferri Marini

 

di Andrea Busiello

La bella vittoria per 2-0 della Maceratese sulla Recanatese nella gara di Coppa Italia (leggi l’articolo), lascia tutto il clan biancorosso soddisfatto: “Il risultato non ci  stimolare per i prossimi impegni – dice mister Magi – Non dobbiamo montarci la testa. Ma sono contento per la dirigenza e soprattutto per i tifosi che ci hanno seguito in massa a Recanati per gioire con noi per la prima vittoria. Non inseguivo al Tubaldi tanto il risultato quanto il gioco. La Recanatese ha destato un’ottima impressione. Nel primo tempo siamo scesi in campo un po’ contratti ed i padroni di casa ne hanno approfittato, raccogliendo anche meno in proporzione a quanto fatto vedere. Ma i ragazzi non mi sono dispiaciuti neanche nel primo tempo perché sono stati bravi a non “sbracarsi” in un momento di difficoltà, a fare quadrato, a resistere tutti insieme per poi ripartire nella ripresa in cui la squadra si è sciolta, facendo vedere le sue potenzialità. Il successo di Recanati alza il livello della nostra autostima. Ciò è importante alla vigilia dell’esordio in campionato”. Ferri-Marini uomo del match? “Ottima la sua giocata in acrobazia che ha consentito di portarci a condurre. Molto bello anche il secondo gol. Daniele ha nel suo dna certe giocate. Ma la Maceratese non è stata solo lui. Kouko ha giganteggiato davanti. Ottimi Belkaid e De Grazia a supporto, bene la difesa con Garaffoni su di giri, Croce e Romano sono sicurezze. Bravi tutti. Siamo sulla strada giusta. Ciò mi soddisfa. Il primo passo l’abbiamo fatto. Ora dobbiamo proseguire. Da martedì pomeriggio, in cui riprenderemo gli allenamenti, cominceremo la marcia di avvicinamento al campionato. Con la consapevolezza che la Maceratese c’è!”. Non c’è, invece, negli spogliatoi perché ha già preso la strada di casa il bomber Daniele Ferri-Marini, rintracciato telefonicamente nella quiete domenicale. Con lui riavvolgiamo il nastro della partita d’esordio di Coppa Italia.

Mister Magi

Mister Magi

“Era importante partire bene e lo abbiamo fatto – esordisce con le idee chiare il bomber originario di Sansepolcro, lo scorso anno a Poggibonsi ma che ha già indossato le maglie di Perugia e Aprilia Roma -. La mia prima doppietta è per la squadra ed il mister”. Come ti trovi a Macerata? “Molto bene, sia come attaccante centrale che come seconda punta. Se dovesse arrivare il centravanti di stazza non avrei problemi a partire dalla fascia, magari con Kouko, con il quale mi intendo molto bene, dall’altra parte. Siamo due attaccanti molto mobili, non concediamo ai difensori avversari punti di riferimento”. Come ti hanno convinto a venire a Macerata? “Le parole di Magi hanno pesato sulla mia scelta di indossare il biancorosso. E poi è venuto anche Marco Croce, mio compagno di squadra a Poggibonsi e con l’Aprilia. È stato tutto più facile. Inoltre il progetto della dirigenza è stimolante”. Tradotto in soldoni? “Sono venuto per vincere il campionato – afferma senza mezzi termini il 24enne attaccante toscano – e ce la metteremo tutta per portare la Maceratese in Lega Pro. Ma dobbiamo ragionare gara dopo gara. Intanto archiviamo il primo successo in coppa. Partire bene è fondamentale”. Ti ispiri a qualche attaccante in particolare? “Ogni volta che realizzo faccio la linguaccia” dice il 24enne che ha come idolo l’ex campione della Juventus Alessandro Del Piero. Fede bianconera oppure no, i tifosi della Rata sperano di vedere spesso in campo un Ferri-Marini… maleducato.

L'attaccante della Maceratese Daniele Ferri Marini

L’attaccante della Maceratese Daniele Ferri Marini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X