Gli argentini dividono la Maceratese,
Tardella e Teloni a un passo dal divorzio

SERIE D – L’imprenditore di San Severino, copresidente dei biancorossi, avrebbe imposto di tesserare i tre giocatori sudamericani in prova, ma mister Magi voleva solo Lazzarini. La presidentessa, gelata, sembrerebbe orientata a continuare da sola
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mattia Benfatto, Maria Francesca Tardella, Giuseppe Magi e Sandro Teloni

Mattia Benfatto, Maria Francesca Tardella, Giuseppe Magi e Sandro Teloni

di Andrea Busiello

Il matrimonio Tardella-Teloni sembrerebbe essere a un passo dalla fine. Stando alla voce dei ben informati l’imprenditore di San Severino avrebbe preteso di decidere più della Tardella a livello tecnico per la Maceratese, ormai pronta ai nastri di partenza per una stagione da vivere da protagonista. Il problema insormontabile sembra essersi presentato quando l’ex presidente della Settempeda ha voluto a tutti i costi Augustin Marioni come direttore sportivo al posto di Maurizio Gagliardini e l’ingaggio dei tre argentini Capellino, Burgos e Lazzarini. Dopo due settimane di lavoro, mister Magi aveva confidato alla società che aveva intenzione di trattenere solo Lazzarini mentre gli altri due giocatori non rientravano nei piani tecnico-tattici del tecnico ex Vis Pesaro. Da qui il gelo tra la Tardella e Teloni. La presidente biancorossa è rimasta spiazzata da questo comportamento e avrebbe subito fatto capire a chiare lettere che Marioni non è in grado di svolgere il ruolo di direttore sportivo senza esperienza nella categoria e che per il bene della Maceratese era folle tesserare dei giocatori che il mister reputava inadeguati per la categoria.

Martini_Teloni_Canesin

Teloni nel corso della conferenza stampa di presentazione della Maceratese

Teloni, socio della società argentina Vision Sport, sin dal suo approdo alla Maceratese nelle vesti di copresidente (leggi la conferenza stampa di presentazione della società) aveva manifestato l’intenzione di portare diversi giocatori argentini in Italia, valorizzarli e poi venderli per fare cassa. Ma negli accordi tra la Tardella e Teloni si è sempre messo in primo piano il bene della Maceratese e la richiesta di forzare la mano nel tesseramento degli argentini è suonata molto strana alla presidentessa che sembrerebbe aver deciso di fare un deciso passo indietro sul progetto comune avanzato da qualche mese a questa parte. Prova ne è che la squadra è andata via dal ritiro di San Severino per tornare ad allenarsi all’Helvia Recina. Sono ore bollenti in casa Maceratese, è attesa a breve una comunicazione ufficiale della società.

 

 

La Maceratese stamattina si è allenata all'Helvia Recina dopo essere andata via da San Severino

La Maceratese stamattina si è allenata all’Helvia Recina dopo essere andata via da San Severino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X